venerdì 30 aprile 2021

FINALE DI COPPA ITALIA

PARZIALE RITORNO ALLO STADIO PER IL PUBBLICO

Tornano i tifosi allo stadio anche in Italia. La finale di Coppa Italia tra Atalanta e Juventus, in programma il 19 maggio al Mapei Stadium di Reggio Emilia, sarà infatti aperta al pubblico per un massimo del 20% della capienza dello stadio. Lo ha annunciato il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa: "Il Cts in queste ore sta studiando il protocollo per permettere agli spettatori di raggiungere e seguire la partita in sicurezza, nel pieno rispetto della normativa anti-Covid".

La decisione arriva a due settimane dall'ok delle autorità alla presenza degli spettatori sugli spalti dello stadio Olimpico per Euro 2020, condizione che la Uefa considerava indispensabile per poter confermare Roma come sede ospitante: "Dopo aver dato il via libera agli Europei con una presenza di tifosi pari al 25%, ho sostenuto sin da subito la possibilitaà di poter consentire l'accesso al pubblico con percentuali inferiori anche ad altri eventi sportivi, come la finale di Coppa Italia e la finale degli Internazionali di Tennis del 16 giugno a Roma - ha spiegato Costa -. Saranno test importanti in vista delle partite dell'Europeo di Calcio. Un segnale fondamentale per il mondo dello sport tutto, che ancora una volta fa da apripista nell'indicare le date per un ritorno graduale alla vita normale".

DAL PINO: "RINGRAZIAMO IL GOVERNO"

"Ringraziamo il Governo per aver accolto la nostra richiesta di far tornare il pubblico in occasione della prossima finale di Coppa Italia, è un segnale verso la normalità di cui tutti abbiamo bisogno. Restiamo fiduciosi di poter aprire gli stadi per le ultime giornate di campionato a mille spettatori in totale sicurezza". Lo ha detto il Presidente della Lega Serie A Paolo Dal Pino in una nota, dopo il via libera per il 20% di pubblico per la finale Coppa Italia tra Juventus e Atalanta.

 

Post in evidenza

VOLLEY MASCHILE

SUPERCOPPA A TRENTO. MONZA SCONFITTA di Gian Luca Pasini (fonte Gazzetta dello Sport) E dopo 3 anni abbondanti di astinenza (quasi 1000 gior...