giovedì 22 luglio 2021

CALCIO OLIMPIADI

BENE BRASILE, MALE ARGENTINA

Il Brasile campione in carica lancia subito un chiaro messaggio alle altre contendenti olimpiche: sarà impegnativo sottrargli l’oro conquistato in casa, a Rio, cinque anni fa. Nella rivincita contro la Germania di quella favolosa serata, per 45 minuti i verdeoro nascondono il pallone agli avversari, trascinati dal carisma dell’eterno Dani Alves, 38 anni, che vuole aggiungere l’alloro a cinque cerchi ai quasi 50 titoli conquistati in carriera, e dalla straordinaria vena realizzativa di Richarlison, l’attaccante dell’Everton che si porta a casa il pallone con una tripletta nella prima mezz’ora. Al 7’ prende d’infilata gli impacciati centrali tedeschi su un lancio da dietro e dopo aver concluso sul portiere, infila in rete sulla ribattuta; al 22’, su un cross dalla sinistra di Arana, la mette indisturbato di testa tra gli immobili centrali di Kunz; al 30’, in contropiede, entra in area, se la sistema sul destro e con un delizioso tiro a giro fa secco Muller. La squadra di Gardine mostra le solite, deliziose doti di palleggio ed è letale nelle ripartenze: Richarlison si mangia la quaterna per troppo egoismo e Cunha non sfrutta un rigore (mani del disastroso Uduokhai) tirato alla Neymar, con i passettini prima del tiro, ma con esiti meno fausti (parato). Non c’è partita, ma nel secondo tempo il Brasile si specchia troppo e tira il fiato: Amiri al 57’ accorcia con un destraccio colpito male dal limite che sorprende Santos, all’84’ il neoentrato Ache di testa addirittura la riapre. Il Brasile spreca l’inverosimile in ripartenza, ma Paulinho, un altro “europeo” (gioca nel Bayer Leverkusen), la chiude nel recupero con un tiro a giro dal limite sotto la traversa.

LE ALTRE—   Cade invece l’altro gigante sudamericano, l’Argentina, campione nel 2004 e nel 2008, trafitta dall’Australia che mancava dai Giochi dal 2008. Segnano Wales e il 19enne Tilio entrato da un minuto in una partita con addirittura 11 ammoniti, mentre il Sudafrica, entrato nelle cronache di questi giorni per i primi due positivi al Covid dell’Olimpiade, resiste 71 minuti al Giappone prima di arrendersi al gol di Kubo, ala del Real Madrid. Vince anche la Romania, 1-0 all’Honduras grazie a un’autorete.

 

Post in evidenza

TENNIS AUSTRALIAN OPEN

NADAL TROPPO FORTE. BERRETTINI BATTUTO. di Federica Cocchi (fonte Gazzetta dello Sport) È un peccato, Berrettini. Una sconfitta netta, tropp...