martedì 10 agosto 2021

PALERMO

GIARDINO INGLESE

Una città meravigliosa del nostro Paese e che merita assolutamente una visita è Palermo in Sicilia, un vero e proprio scrigno di tesori e bellezze uniche al mondo. E tra queste c’è anche un curatissimo Giardino Inglese, un luogo che non è altro che un angolo di paradiso in piena città. Questa meraviglia è stata progettata da Giovan Battista Filippo Basile nel 1851 seguendo lo schema del cosiddetto “giardino all’italiana”, ma adattandolo alle forme e alla morfologia naturale dello spazio cittadino. Il risultato è stato quello di una perfetta integrazione col territorio grazie alla sinergia di elementi paesaggistici e architettonici: elementi della natura come alberi, rivoli d’acqua, grotte e sentieri che si conciliano elegantemente con elementi di civiltà, quali sculture, ponticelli, pergolati, piccole opere architettoniche, creando quindi un giardino in stile inglese, da qui il nome “Giardino Inglese“.

Ma non solo, il parco si presenta in due sezioni divise da una strada: il parterre e il bosco. Inoltre, al suo interno è presente un tempio, architettura arabo-normanna, progettato Ernesto Basile vicino al quale è presente anche una serra. Non mancano di certo sculture e statue tra le quali il complesso scultoreo “Canaris a Scio” opera di Benedetto Civiletti ispirato al libro cuore di De Amicis. La fontana del Rutelli “Bambini che giocano” è tra i monumenti da non perdere all’interno del Giardino all’Inglese che resta meta magica anche per il suo ponticello in ferro battuto. Vi sono inserite, inoltre, piante provenienti da tutto il mondo per rendere l’ambiente più suggestivo ed esotico, e la fascinazione esercitata sui cittadini è tale che il giardino viene regolarmente scelto come sede di manifestazioni artistiche, concerti, appuntamenti sociali e occasioni varie. Basti pensare alle aiuole che presentano bordature con Duranta plumieri giunta in Europa verso la fine del ‘500 e di origine messicana, l’Agazzino (Pyracantha coccigea), il Bosso comune (Buxus semprevirens) e il Pitosforo (Pittosporum tobira). Ma anche specie arboree ornamentali di origine esotica troviamo come il Ficus Magnolia grandiflora, l’Albero del corallo (Erythrina caffra), l’Ibisco cinese (Hibiscus syriacus), la Canna d’India (Canna indica) e la Salvia spendens. E molto altro ancora. Insomma, il Giardino Inglese di Palermo è un susseguirsi di colline, vallate, grotte, gallerie, piccoli ponti, sentieri, aiuole, un tempietto in stile arabo-normanno, una serra in vetro e ferro battuto, bellissime fontane con suggestivi giochi d’acqua, statue, busti, diverse panchine e piante uniche al mondo: un vero e proprio paradiso al centro città.



 

Post in evidenza

PIZZERIA DA CIRO

LA VERA PIZZA NAPOLETANA...DAL 1983 La vera pizza napoletana, un trasporto di emozioni, fatta di note e sapori da oltre  30  anni . Il mitic...