mercoledì 6 ottobre 2021

BERGAMO

PALCOSCENICO DELLA SCIENZA

Si svolge finalmente in presenza la 19esima edizione di BergamoScienza, il festival di divulgazione scientifica organizzato dall’Associazione BergamoScienza. La manifestazione ha preso il via il 1° ottobre e prosegue fino a domenica 17 ottobre con conferenze, laboratori, spettacoli e tour virtuali alla scoperta del mondo che cambia. In ottemperanza alle normative anti-Covid, laboratori e spettacoli sono su prenotazione, da effettuare online sul sito Web della manifestazione. Le conferenze sono a ingresso libero e saranno trasmesse in streaming sul sito del festival.

BergamoScienza, primo festival scientifico nato in Italia, ogni autunno trasforma la città nel palcoscenico della scienza, proponendo ai partecipanti le voci più rappresentative a livello mondiale, tra cui ben 31 Premi Nobel. Il festival si rivolge a un pubblico di tutte le età, combinando conferenze in presenza e contributi digitali, per raggiungere in tutto il mondo gli appassionati di scienza. Sono in programma 16 conferenze, al Teatro Sociale (nella settimana 4-10 ottobre) e al Centro Congressi (nella settimana 11-17 ottobre). Tanti gli appuntamenti che si potranno seguire a distanza, sul web: 60 laboratori (30 a settimana); 10 spettacoli di divulgazione scientifica riservati alle scuole; inoltre 8 tour virtuali in luoghi di cultura e in aziende che fanno dell’innovazione e della ricerca avanzata la loro cifra distintiva.

Tra gli appuntamenti più significativi di BergamoScienza, segnaliamo l’evento conclusivo della manifestazione, domenica 17 ottobre alle ore 17 con il Premio Nobel per la Medicina 2001, Sir Paul Nurse. Il genetista e biologo cellulare britannico, celebre per i suoi studi sul ciclo cellulare e l'attività delle cicline, è protagonista della  lectio Che cos’è la vita? in cui, ripercorrendo le grandi scoperte della biologia, spiega attraverso un’entusiasmante sintesi di chimica, fisica, genetica e teoria dell’informazione  come la vita complessa riesca a emergere dalla materia inanimata, invitando il pubblico a guardare, con occhi differenti, al nostro posto sul pianeta e alle sfide ambientali da cui dipende la nostra sopravvivenza. Il 7 ottobre Emanuela Del Dottore, esperta di biorobotica del Centro di Micro-BioRobotica dell’IIT, ripercorre, nell’incontro Copiare la natura, le ultime conquiste della robotica bio-inspirata e gli studi più recenti sui robot ispirati al mondo vegetale. Gli scienziati stanno scoprendo, sempre più spesso, che la risposta intelligente che stanno cercando esiste già nel mondo naturale, un universo pieno di soluzioni geniali ai problemi più disparati, veri e propri capolavori di ingegneria. 

In video-collegamento dagli Stati Uniti, il biologo americano Michael Levin, direttore del prestigioso Allen Discovery Center presso la Tuft University di Boston, nell’incontro Il codice elettrico della vita spiega  l'inatteso ruolo dell'elettricità nel coordinare i processi di sviluppo e rigenerazione dei tessuti. Secondo nuove ricerche, infatti, il DNA non è l’unico strumento per capire come gli organismi si sviluppano e si rigenerano, ma esiste un altro strato di informazioni scritto nel linguaggio dell’elettricità che guida le cellule nella costruzione degli organi e dei sistemi. Decodificare questo codice elettrico potrebbe permetterci di trovare nuove soluzioni ai problemi posti dalla medicina e dalla crisi ambientale (8 ottobre). Il giorno 9 sono in programma due interessanti eventi: il primo è a cura dell’’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea, la quale non si occupa solo di esplorazione di spazio, pianeti e stelle lontane, ma anche di studi legati alla Terra, dalle previsioni del tempo alla sicurezza marittima, al tema della desertificazione. In Bergamo, città verde… grazie allo spazio, Stefano Ferretti e Ilaria Zilioli dell’ESA parlano del nuovo progetto “Urban Forest” che permette a una rete di città, fra cui Bergamo, di utilizzare dati satellitari per il monitoraggio e la gestione del verde urbano. Lo stesso giorno, l’immunologo Alberto Mantovani, e l’ematologo Christopher Huber, co-fondatore di BioNTech – l’azienda che ha sviluppato uno dei più efficaci vaccini contro Covid-19, nell’incontro Un vaccino contro i tumori illustreranno la tecnologia altamente innovativa che ha permesso di sviluppare i vaccini a mRNA messaggero contro il coronavirus. Questa tecnologia era stata però originariamente sviluppata con un obiettivo diverso: trovare nuove forme di immunoterapia per sconfiggere il cancro. 

I tour virtuali permettono ai visitatori di esplorare, stando a casa propria, luoghi solitamente poco accessibili. Si può entrare, per citare solo qualche esempio, nei Laboratori Nazionali del Gran Sasso, centro di ricerca sotterraneo più grande e importante del mondo; oppure andare a caccia di onde gravitazionali partecipando al tour dentro Virgo, l’interferometro rilevatore europeo di onde gravitazionali; o ancora, con il tour  Atacama, il cielo più spettacolare del pianeta, osservare in diretta il cielo su uno degli ambienti più estremi della Terra: il deserto di Atacama che si stende tra Cile e Perù ed è il miglior luogo al mondo per l’osservazione astronomica.  L’elenco completo degli appuntamenti e le istruzioni per prenorate gli eventi è disponibile online sul sito www.bergamoscienza.it/it. 

 

 

Post in evidenza

PRE E POST WORKOUT

COSA MANGIARE a cura di Lorena Bertoncini (Pagina Instagram @lo_ri_th_) Le persone che mi conoscono sanno l importanza che dó all’allenament...