venerdì 22 ottobre 2021

OLIMPIADI INVERNALI

A PECHINO 2022 SARA' LA GOGGIA LA NOSTRA PORTABANDIERA

(tratto da SportMediaset)

Sarà Sofia Goggia la portabandiera azzurra alle prossime Olimpiadi invernali di Pechino 2022. A designare la campionessa olimpica della discesa libera a Pyeongchang 2018 è stata all'unanimità, su proposta del presidente del Coni, Giovanni Malagò, la Giunta nazionale tenutasi a Palazzo H. La portabandiera per la cerimonia di chiusura sarà la snowboarder azzurra Michela Moioli, anche lei medaglia d'oro a Pyeongchang. "Sofia apre e io chiudo, è una cosa bella. Anche questa volta siamo unite ed è bello riconsolidare la nostra amicizia in questo modo". Così Michela Moioli commenta la decisione del Coni che ha scelto lei come portabandiera della cerimonia di chiusura e Sofia Goggia per quella di apertura alle Olimpiadi invernali di Pechino 2022. "È un grande onore, una grande soddisfazione ma anche un onere, perché essere chiamati a fare questo ruolo penso sia il sogno di qualsiasi atleta", dice l'azzurra. "Sono contenta che Sofia faccia la portabandiera alla cerimonia di apertura perché lo merita -sottolinea-. Però anche io sono soddisfatta di essere stata scelta per questo ruolo, anzi sono molto orgogliosa". "Ed è comunque un grande simbolo per me e la mia disciplina che finalmente inizia a essere riconosciuta e a prendere peso e rilievo. È un onore per me - conclude -, per tutta la mia squadra e tutti gli snowboarder".

"Chi ha vinto una medaglia d'oro ha il giusto diritto di essere consacrato e riconosciuto per questo. A Pyeongchang sono stati vinti tre ori, tutti al femminile. Mi dispiace per i maschi. In questo caso - ha commentato Malagò - una persona come Arianna Fontana è già stata la portabandiera. Sofia Goggia sarà la portabandiera della cerimonia di apertura, Michela Moioli per quella di chiusura. Il 23 dicembre si terrà la consegna della bandiera olimpica a Sofia al quirinale". "Jacobs fuori dalla top ten del premio come miglior atleta dell'anno? Una cosa profondamente sbagliata - ha aggiunto Malagò commentando la clamorosa decisione della federazione internazionale di atletica - Siamo molto dispiaciuti. È molto poco credibile che tra gli atleti non ci sia l'unico che ha vinto due medaglie d'oro. Oltre a Jacobs non c'è Tamberi. È una mancanza di rispetto nei confronti dei nostri due atleti". 

 

Post in evidenza

IL LIBRO

IL PESO DELLA VERGOGNA In soli tre mesi Annabella è rimasta completamente orfana, perdendo prima i genitori, in un incidente stradale, e poi...