venerdì 3 dicembre 2021

COLIBRI'

NUOVO ALBUM DI CESARE CREMONINI

di Andrea Sestito (tratto da Tgcom)

Il nuovo singolo di Cesare Cremonini disponibile dal 1° dicembre su tutte le piattaforme digitali e in radio. E' il primo estratto dal nuovo album "La ragazza del futuro", che sarà pubblicato il 25 febbraio 2022 (pre-ordinabile da mercoledì). "'Colibrì' parla dell'avversarsi di una profezia - racconta il cantautore -. Si esprime con un linguaggio garbato e immaginifico perché è nella gentilezza della poesia che individuo la mia idea di futuro".

Cesare Cremonini torna a quattro anni di distanza dall'ultimo (fortunatissimo) album di inediti, "Possibili scenari", e lo fa alla sua maniera. "Colibrì" è un brano distante da "Poetica", il singolo che aveva anticipato in maniera dirompente il precedente lavoro con il suo allure classico, ma conferma il percorso artistico del cantautore bolognese, all'insegna della qualità e della libertà. A volte anche quella di derogare alle regole o piegarle alle proprie esigenze in una continua sfida alla forma canzone. Se già un singolo che sfora i 4 minuti oggi potrebbe essere un'eresia, "Colibrì" esalta la sua diversità nella struttura cangiante, nelle aperture melodiche, nella ritmica mai banalmente dritta. 

"'Colibrì' parla dell'avverarsi di una profezia - racconta lui -. In questo senso, per me, è un'opera di fantascienza più che una canzone sull'attualità, un'esperienza musicale legata all'intero album, più che una semplice hit. Nella canzone non spiego quel è accaduto come farebbe un cronista, ma ciò che ho avvertito come imminente. Interpreto il sentimento che ci vede tutti in attesa di qualcosa, di un colpo di reni della fortuna".

Bilanciando come sua natura il cantautorato che si incarna nella poesia del testo, e il pop più moderno dell'arrangiamento e delle sonorità, Cremonini porta l'ascoltatore in volo come in un viaggio interiore in un universo di purezza, natura e libertà. Dietro "Colibrì" c'è il consueto team di lavoro, che vede alla produzione lo stesso Cremonini con Alessandro Magnanini, e alla scrittura una lavoro a quattro mani con Davide Petrella. La canzone è stata registrata tra Bologna, Los Angeles e Londra. Gli archi sono stati arrangiati da Nick Ingman, e impreziositi dall’intervento di Davide Rossi, e sono stati registrati negli studi di Abbey Road a Londra.  Sulla copertina dell'album in uscita a febbraio campeggia, in una foto in bianco e nero, il viso di una ragazza che da erba e fiori, come coperto da una sorta di maschera veneziana naturale. "L'immagine della copertina de 'La ragazza del futuro' rappresenta per me un nuovo concetto dell'uomo e della natura - dice Cesare -. È nella fanciullezza, nella capacità dei più giovani di vedere un nuovo mondo, nella purezza dei sentimenti espressi nella natura, che ho trovato l'ispirazione per tutto il nuovo progetto”.

Cesare Cremonini tornerà live nell'estate del 2022 con "Cremonini Stadi 2022". Si partirà il 9 giugno 2022 a Lignano - Stadio Teghil (data zero); poi il 13 giugno Milano - Stadio San Siro; il 15 giugno Torino - Stadio Olimpico; il 18 giugno Padova - Stadio Euganeo; il 22 giugno Firenze - Stadio Artemio Franchi; il 25 giugno Bari - Stadio Arena Della Vittoria; il 28 giugno Roma - Stadio Olimpico e il 2 luglio Imola - Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari. 

 

Post in evidenza

IL LIBRO

IL PESO DELLA VERGOGNA In soli tre mesi Annabella è rimasta completamente orfana, perdendo prima i genitori, in un incidente stradale, e poi...