domenica 16 gennaio 2022

SHARON STONE

A 30 ANNI DA BASIC INSTINCT SEMPRE IN GRAN FORMA

di Eugenio Spagnuolo (fonte Gazzetta dello Sport)

Sono passati 30 anni da Basic Instinct, il film che la consacrò icona sexi. Ma il tempo non sembra aver scalfito in alcun modo la bellezza di Sharon Stone che, al traguardo dei 64 anni, è sempre in formissima. Le sue foto su Instagram sono lì a dimostrarlo: sorriso, temperamento e silhouette mostrano un anelito all’eterna giovinezza, frutto (anche) di uno stile di vita misurato: dieta e attività fisica scandiscono il presente di Sharon Stone, anche oggi che ha smesso i panni della seduttrice, immergendosi in ruoli drammatici e intensi, che hanno fatto di lei una delle più apprezzate attrici viventi. La sua ricetta di wellness si basa su poche ma granitiche certezze…

SHARON STONE: LA DIETA —La dieta di Sharon consiste di cibi a basso indice glicemico come quinoa, lenticchie e verdure. Poi ci sono le proteine: pesce, carne magra e uova. Una cucina abbastanza semplice. “Non mangio molti cibi lavorati, anche se non riesco a togliermi dalla testa le patatine!”, ha ammesso in un’intervista, dove ha rivelato anche che cerca di stare lontana da glutine, zucchero, latticini e caffeina. Una sua cena tipica?: “Riso nero, cavolo cappuccio e patate dolci, e forse avocado o hummus e tofu. E poi una volta alla settimana uova in camicia”. E l’alcool?

L’EFFETTO MADONNA —Stone non è mai stata una grande bevitrice, poi un giorno ha deciso che era tempo di dire basta all’alcool su esempio di una sua coetanea… “Non ho mai bevuto tanto. Ma anni fa, mi stavo allenando e volevo davvero essere in forma. Ho visto Madonna – abbiamo la stessa età – così ho chiesto al mio allenatore, cosa fa per essere così in forma? Non credo che beva alcolici, ha risposto lui. È stato allora che ho deciso di provare a eliminarli anche io per 3 mesi. E ho notato un’enorme differenza”.

IL WORKOUT DI SHARON STONE —Il suo programma di allenamento varia in base agli impegni. Di solito Stone va in palestra 4 o 5 volte a settimana. La routine cambia anche a seconda di quali muscoli vuole prendere di mira. “Ogni volta che mi alleno, faccio qualcosa di diverso”, racconta. Quello che non tutti sanno è che è stato Arnold Schwarzenegger a farne un’appassionata di fitness. Per interpretare sua moglie nel film del 1990 Total Recall, si è messa in perfetta forma. “Ho dovuto sollevare pesi notevoli e fare karate per ore ogni giorno”, spiega. Dopo aver frequentato Arnie e i suoi amici appassionati di fitness, si è convinta che fare attività fisica è alla base di ogni cambiamento del corpo (e non solo). Stone oggi ama il fitness, lo yoga kundalini di Russell Brand e il Pilates. “In una giornata buona posso lavorare senza sosta per un’ora e 15 minuti su una macchina Pilates. E se il mio corpo non si sente disposto, farò stretching e allungamenti per 30-40 minuti. Come tutti, ho giorni buoni e giorni meno buoni. Il segreto è sempre ascoltare il nostro corpo”.

SEMPRE IN ATTIVITÀ —Stone è convinta che in realtà ogni occasione sia buona per fare dell’attività fisica. “La gente pensa che devi andare in palestra e sollevare quintali di peso tutto il tempo, ma non è così. Devi solo muovere il tuo corpo e aggiungere un po’ di resistenza”. Lei per esempio indossa dei braccialetti con dei pesi mentre è al computer o alla scrivania. “Sareste stupiti di quanto potete allenarvi al computer con un paio di chili sulle braccia. Queste piccole cose fanno una grande differenza”. Il suo vezzo? Gli attrezzi di home fitness che pubblicizza la TV. Se ce n’è uno che la ispira lo ordina subito, come è successo con il ThighMaster di Suzanne Somers. “Sensazionale”, spiega. “È il genere di cose che puoi mettere in valigia perché non occupa spazio”.

ALLA RICERCA DEL WELLNESS —Qualcuno lo ricorderà: Sharon Stone nel 2001 ha subito un’emorragia cerebrale ed è stata tra la vita e la morte. Questo – ha svelato in un’intervista – l’ha spinta verso una continua ricerca del benessere. Nella sua biografia pubblicata qualche anno fa, The Beauty of Living Twice, ha dipinto un ritratto profondamente intimo ed emotivo della sua guarigione anche alla luce del complicato rapporto con Hollywood. Stone oggi non rinuncia al sonno, si concede esercizi di respirazione profonda e la pratica della meditazione buddista. Dopo decenni di Hollywood Stress, ritiene che è tempo di essere amorevole verso se stessa, indipendentemente da ciò che il mondo si aspetta da lei. “Sento che questo è il terzo atto della mia vita”, ammette. “Puntare al cuore del mio essere e non essere trascinata dalla fantasia degli altri. Questo è il vero benessere”. E se lo dice lei, che qualche tempo fa si è scoperto avere un quoziente di intelligenza di poco inferiore a quello di Einstein… C’è da crederle.

 

Post in evidenza

PREMIER LEAGUE

TRIONFA COL BRIVIDO IL CITY Successo in rimonta sull'Aston Villa nell'ultima giornata (0-2 al 76’) con doppietta di Gundogan. Al Liv...