sabato 5 febbraio 2022

BICICLETTA

I BENEFICI PER I BAMBINI

(tratto da Tgcom)

Non affatica le articolazioni, rafforza il sistema immunitario e cardio-vascolare, migliora la capacità respiratoria. Nei ragazzi accresce anche autostima e senso di responsabilità. Prima si inizia e meglio è per tutti. La bicicletta è un toccasana per i bambini e non solo perché li spinge al movimento, a uscire dal guscio della vita sedentaria e incollata allo smartphone, ma anche per tutta una serie i benefici che porta al corpo e alla mente. Dall’aumento delle difese immunitarie alla crescita dell’autostima, dai benefici per le articolazioni allo sviluppo del senso di responsabilità.

BENEFICI DELLA BICICLETTA PER I BAMBINI

Ai bambini pedalare fa particolarmente bene, per una serie di motivi: primo perché è un tipo di attività fisica che non affatica le articolazioni, molto delicate in fase di crescita, secondo perché facendo moto si rafforza il sistema immunitario e cardio-vascolare, ma migliora anche la capacità respiratoria. Andare in bicicletta aiuta poi i ragazzi a crescere tenendo una postura corretta e sviluppando anche prontezza di riflessi, agilità, senso dell’equilibrio, della velocità e delle distanze. Numerose poi anche le implicazioni psicologiche: la bici per il bambino rappresenta a tutti gli effetti il primo mezzo di trasporto che può “portare” da solo, e questa consapevolezza acuisce il suo senso di responsabilità (nelle prime uscite con i genitori impara l’attenzione e le regole della strada) e la sua autostima, data da una maggior autonomia e dalle maggiori possibilità di socializzazione.

A QUALE ETÀ SI INIZIA A PEDALARE?

Quando il bimbo supera i 2 anni si può già iniziare a fargli usare il velocipede, la biciclettina senza pedali; in questo modo il bambino, oltre a divertirsi moltissimo, impara presto a stare in equilibrio e a controllare un mezzo a due ruote. Il passo successivo è la bici con le rotelle, che saranno loro stessi a chiedervi di togliere quando si sentiranno pronti ad imparare: entro i 6 anni di solito sono ormai tutti “svezzati”, ma chi avrà usato il velocipede potrebbe farcela già a 4 anni (anche se per questa età meglio continuare per un po’ a farli andare con le rotelle). Per ridurre al minimo i cambi di bici, verso i 7 anni si può passare a ruote da 20 pollici, per poi arrivare direttamente alla 26.

BICI PER BAMBINI SICUREZZA

Teniamo presente però che è sempre meglio una bici più piccola che una troppo grande, per facilitarli nella guidabilità e nella sicurezza.

Ultimi due accorgimenti: evitate bici con il cambio- fate sempre indossare il casco

Sì al casco per abituarli alle buone pratiche, no al cambio perché nelle bici da bambini sono spesso di bassa qualità e soprattutto non servono ai giovani ciclisti. E non dimenticate che la sicurezza è garantita innanzitutto dalle buone condizioni della bici e quindi dalla sua corretta manutenzione.

COME SI SCEGLIE UNA BICI PER BAMBINI

A ogni età del bambino, specie durante la prima parte dell’infanzia, corrisponde una bici adatta per farlo divertire e per abituarlo a questa attività. Già a 3 anni, per esempio, il bambino può passare a una bicicletta a pedali, scegliendo preferibilmente un modello con le rotelle. E da quel momento la scelta sarà sempre proporzionale all’altezza del bambino e alla sua attitudine di ciclista. Qui trovate dei suggerimenti di modelli di bici per ciascuna fascia di età dei bambini.

 

Post in evidenza

GIOCHI DEL MEDITERRANEO

VERONICA BRUNORI CONQUISTA IL BRONZO NEL KARATE di Chira Soldi (fonte Gazzetta dello Sport) La prima medaglia azzurra ai Giochi del Mediterr...