domenica 13 marzo 2022

L'IGNORANZA SENZA FINE

UNO STRSICIONE BECERO A VERONA INDIGNA UNA NAZIONE

Nella notte di Verona uno striscione è apparso nei pressi dello stadio Bentegodi, a firma Curva Sud: ci sono le bandiere della Russia e dell’Ucraina, destinatari del messaggio, e le coordinate geografiche della città di Napoli. Un messaggio che appare come una sorta di invito, velato ma non troppo, ai due paesi belligeranti a “rivolgere” le loro attenzioni alla città partenopea. Nel solco di una tradizione di rancore, spesso travestita da razzismo esplicito, che caratterizza ormai da troppo tempo i rapporti tra la città scaligera e quella azzurra.Uno striscione che naturalmente non è passato inosservato, e che ha scosso il popolo del web, non soltanto partenopeo, in un momento così drammatico: il calcio, lo sport, viene dunque assimilato ad una guerra, e quello che sta purtroppo accadendo in Ucraina, alcune persone vorrebbero accadesse anche a Napoli. Perché non è di tutta la città di Verona che si parla, naturalmente. Ma il web partenopeo si è mobilitato compatto mettendo in risalto l’accaduto: in molti, tifosi o giornalisti locali, hanno postato sui social la foto dello striscione dando dunque spazio ai commenti dei napoletani. Ma non solo:

Appelli a De Laurentiis

“Solo per questo, il Verona dovrebbe essere cancellato dal calcio professionistico” dice Partenope73. E Giuliano si chiede il perché di tutto quest’odio: “Odio che risponde a odio non mi piace e nemmeno indifferenza. Semplicemente bisognerebbe chiudere stadio al pubblico e indagare. Oggi sentiremo i classici, stomachevoli cori razzisti. Sputo in faccia al mio vicino e poi vado con la bandiera bianca in Ucraina?”. Maurizio posta l’indirizzo dello store ufficiale del Verona e si chiede: “Chiamate lo store e chiedete se è in vendita lo striscione razzista inneggiante al bombardamento di Napoli stile Ucraina..fate girare”. Paolo invece tira in ballo i vertici azzurri: “Il Pres ADeLaurentiis DEVE FARSI ASSOLUTAMENTE SENTIRE in Lega SerieA. Nel 2022 queste porcherie devono finire e la Lega con le sue ridicole multe non fa nulla per porre rimedio”.

Il coro: “La guerra è un’altra cosa”

Tanti altri, in “risposta” allo striscione, non fanno altro che pubblicare bellissime foto di Napoli, per far capire la bellezza che corrisponde alle coordinate. E Nycolez non va tanto per il sottile: “L’altro giorno vidi un documentario, una iena mangiava un animale morto. Non puoi pretendere da un animale un atteggiamento diverso”. Così come Luca: “Questi barbari trogloditi non siamo riusciti a civilizzare. Ci soffrono e schiattano di inferiorità. Poveracci”. Marco mette il dito nella piaga: “Non mi offendo, ma sono dispiaciuto per la popolazione Ucraina sotto le bombe, la stupidità di certi tifosi non ha limiti”.

“Adesso intervenga la Lega Serie A”

E la rabbia si riversa anche sui vertici nazionali del calcio: “Aspetto con molto interesse che di questo striscione ne parli qualche organo di stampa nazionale. Inoltre, sono molto curioso di sapere chi ne prenderà le distanze”, dice Scentone75. Ele si pone lo stesso problema: “Per niente. Eppure viene tollerato dalla Lega calcio e dal club. Un segnale forte? Nessun tifoso veronese allo stadio”. Mariano è del partito di quelli che la vedono diversamente: “ogni anno, ogni volta … la miglior risposta ai decerebrati è l’indifferenza”.

E Mariano invia un appello ai giornalisti: “Divulgatelo in ambito nazionale voi che potete”. E c’è anche un “infiltrato” rossonero che si indigna allo stesso modo: “Il Napoli deve presentare formali denunce in procura e pressare in lega ora che c’è anche un presidente compiacente. Deve tornare responsabilità oggettiva. I tuoi tifosi sono merda? Meno un punto al Verona. O così o non finirà mai sta vergogna”. Anche Rosario invoca interventi dall’alto: “La lega serie A intervenga immediatamente!!! Il Napoli calcio tiri fuori i coglioni in campo e li punisca con un sonoro risultato sportivo”.

Anche i veronesi si dissociano

E ci sono anche tifosi del Verona che prendono le distanze, come ovvio e giusto che sia. Alberto infatti spiega: “Sono Veronese ,tifoso dell’HELLAS da sempre. Quando sono allo stadio ci sono per l’ HELLAS, non per la politica. Gli sfottò nel calcio ci sono sempre stati, ma quando sono di cattivo gusto (come questo) proprio non ci stò. Sempre e solo HELLAS. E….Date una possibilità alla PACE ” John Lennon”. Ketrin si pone una domanda semplice quanto onerosa: “Poi ci domandiamo perché si fanno ancora le guerre… se x uno sport si arriva ad augurare questo!!!”. E Federico aggiunge: “Verona è una città meravigliosa che non merita una parte dei suoi abitanti”. Alberto conclude: “No COMMENT da Veronese”.


 

 

Post in evidenza

MASTER CHEF

TORTA SALATA CON VERDURE Una bella torta salata con verdure: cosa c’è di meglio se si è alla ricerca di un piatto leggero ma che allo stesso...