domenica 13 marzo 2022

LO SPORT ALLUNGA LA VITA

QUALE INCIDE DI PIU'?

di Eugenio Spagnuolo (fonte Gazzetta dello Sport)

C’è chi lo fa per avere un fisico da spiaggia. E chi cerca nell’attività fisica un antidoto allo stress. Ma la scienza ci dice che, forse, il beneficio maggiore legato all'esercizio è la longevità. E non parliamo solo di allenamenti in stile Rocky Balboa: come rivela uno studio pubblicato sul British Journal of Sports Medicine, bastano solo 11 minuti di movimento quotidiano, neppure troppo intenso, per allungare la durata della nostra vita. E nel corso degli ultimi anni medici e scienziati hanno scoperto che ci sono diversi modi di usare lo sport per invecchiare lentamente e in modo sano…

TROVARSI UN'ATTIVITÀ… DIVERTENTE— Chi l’ha detto che l’allenamento o è Ironman o niente? Fare esercizio e guadagnarne in salute non vale solo per chi pratica attività ad alta intensità. Uno studio pubblicato sullo Scandinavian Journal of Medicine & Science in Sports , per esempio, ha trovato un legame tra il golf e una vita più lunga. E un progetto di ricerca pubblicato sul British Journal of Sports Medicine ha scoperto che anche le attività che non sono specificamente ritenute fitness, come il giardinaggio, possono prolungare la durata della vita. Insomma, pare proprio che il primo segreto per vivere più a lungo sia trovare un'attività fisica che ci piace davvero. Anche se non ha a che fare con l'allenamento in senso stretto.

RENDERE PIÙ SOCIAL L’ESERCIZIO—  Anche gli effetti positivi del fare sport di gruppo sono superiori a quelli di allenarsi da soli. A dirlo, tra gli altri, è uno studio pubblicato su Mayo Clinic Proceedings che, dopo aver monitorato oltre 8.000 persone per oltre 20 anni, ha scoperto che esercizi meno solitari come il tennis e il badminton erano collegati a una maggiore longevità. Senza contare che allenarsi con un partner o in gruppo può anche aiutarci a rispettare gli impegni sportivi... Nei giorni in cui il divano sembra irresistibile. 

MUOVERSI POCO MA SPESSO—  Una ricerca dell'Università di Harvard suggerisce di puntare a circa 4.400 passi al giorno per ridurre significativamente il rischio di mortalità. La buona notizia è che non dobbiamo farli tutti in una volta. Va bene anche spalmare l’attività fisica qua e là durante l'arco della giornata. Come? Per esempio preferendo le scale all'ascensore. O parcheggiando l’auto un po' più lontano dall’ufficio. Tutte piccole azioni che alla fine si sommano.

ALLENARSI ALLA LUCE DEL SOLE—  I gufi, che preferiscono allenarsi la sera, non lo apprezzeranno. Ma c'è un'ottima ragione per cui dovremmo considerare di fare almeno alcune sessioni di allenamento sotto i raggi del sole: la vitamina D. Quando la nostra pelle è esposta al sole, il corpo infatti produce naturalmente la vitamina D e secondo una ricerca pubblicata sul Journal of the Endocrine Society, la carenza di vitamina D è collegata a un rischio significativo di malattie cardiovascolari e a una ridotta sopravvivenza.

EVITARE LO STRESS... DA ESERCIZIO—  Fare attività fisica è un ottimo modo per alleviare lo stress. Ma può anche trasformarsi in un ulteriore fattore di stress, se gli obiettivi di fitness che ci siamo dati finiscono per ossessionarci. Uno studio pubblicato su Health Psychology rileva, per esempio, che preoccuparsi di non fare esercizio tanto quanto gli altri è associato a un aumentato rischio di morte prematura. "I risultati sono in linea con un numero crescente di ricerche che suggeriscono che la nostra mentalità, in questo caso, le convinzioni su quanto esercizio stiamo facendo rispetto agli altri, possono svolgere un ruolo cruciale sulla salute", spiega Alia Crum, docente di psicologia alla Stanford University. Lo studio ha rivelato come in un periodo di 21 anni, coloro che si consideravano meno attivi dei loro coetanei avevano il 71% in più di probabilità di morire rispetto ad altri che non avvertivano questo gap. Tutta colpa dei pensieri negativi, insomma: "È ora di iniziare a prendere più seriamente l’importanza dei nostri pensieri nella salute. Nella ricerca della salute e della longevità, è importante adottare non solo comportamenti sani, ma anche pensieri sani", conclude Crum. 

 

Post in evidenza

ORO PANZIERA!!!

NEI 100 DORSO Oro storico per la Panziera: mai un’azzurra aveva vinto i 100 dorso. Tempo finale di 59”40 davanti alla britannica Harris (59”...