mercoledì 27 luglio 2022

BERNKASTEL KUES

UN BORGO DA FAVOLA

Sulle rive della Mosella, un fiume che attraversa 3 Paesi diversi per una lunghezza totale pari a 561 chilometri, svetta un grazioso villaggio che sembra uscito da una favola grazie alla sua posizione e le sue affascinanti architetture: Bernkastel-Kues.

La meravigliosa Valle della Mosella

Ci troviamo nella Valle della Mosella, una vera e propria meraviglia che si estende da Coblenza a Treviri in Germania. E proprio lungo il fiume che solca questo territorio si susseguono alcune meridiane incastrate nelle pareti rocciose e incredibili vigneti che producono un ottimo vino bianco. Ma non solo. Questo è un luogo che invita a fare le cose con calma, magari attraversando una fitta rete di sentieri escursionistici per ammirare le sue alture tra le quali c’è persino nascosto il vigneto più ripido d’Europa: il Bremmer Calmont vicino a Bremm, con una pendenza del 68%.

E poi i suoi villaggi, uno più pittoresco dell’altro come, per esempio, Treviri, una cittadina che racchiude diversi stili architettonici e epoche storiche e Bernkastel-Kues, che si distingue per essere composto da due splendidi villaggi situati l’uno di fronte all’altro.

Bernkastel-Kues, due città in una

Bernkastel-Kues sono due villaggi gemelli che in realtà sono un’unica città. Bernkastel, sulla sponda destra, è una sinfonia di case a graticcio, in pietra e ardesia e un susseguirsi incantevole di taverne. Kues, dal canto suo, è la città natale del teologo Nicola Cusano (1401-64) e vanta le più importanti attrattive storiche di entrambe le sponde. Ma non è finita qui. In questo delizioso paesino lungo la riva della Mosella svetta un caratteristico castello arroccato su di una collina che domina la vallata circostante. Per raggiungerlo è necessario fare una bella passeggiata (circa mezz’ora) che però viene ricompensata da straordinarie vedute della valle fluviale. Di sera, quando è illuminato, sembra una sorta di faro sulla collina, mentre di giorno regala panorami davvero unici nel suo genere. Da non perdere anche l’Ospedale Sankt Nikolaus di Kues che vanta uno splendido chiostro gotico e un affascinante affresco del Giudizio Universale. Al suo interno, inoltre, è possibile scoprire il Museo del Vino, dedicato soprattutto alle produzioni dei vigneti locali. Ma a rendere questo villaggio una sorta di fiaba sono principalmente le sue case a graticcio. In particolare queste si possono ammirare nella graziosa Marktplatz di Bernkastel, a un isolato dal ponte verso il centro. Passeggiarci vuol dire sentirsi dentro a un romantico insieme di abitazioni che sfoggiano bellissimi frontoni decorati. Da notare assolutamente sono gli anelli di ferro medievali sulla facciata del vecchio Rathaus (Municipio), dove i criminali venivano messi alla gogna. Poi in Karlstrasse, che è il vicolo a destra del Rathaus, c’è la minuscola Spitzhäuschen (le casette tipiche) che somiglia a un enorme nido d’uccello. La sua base, infatti, è stretta e sormontata da un piano molto più ampio, caratteristiche che donano alla struttura un aspetto piuttosto precario. Infine, Pfarrkirche St. Michael, una trecentesca chiesa gotica (parzialmente in rovina) che presenta un elaborato interno e alcune vivaci vetrate policrome. Insomma Bernkastel-Kues, villaggio tedesco diviso dal fiume Mosella, è un luogo altamente pittoresco e dal grande fascino. Una cittadina che catapulta il visitatore dentro a una favola grazie al suo mercato colorato e agli edifici a graticcio perfettamente conservati.

 

Post in evidenza

ORO PANZIERA!!!

NEI 100 DORSO Oro storico per la Panziera: mai un’azzurra aveva vinto i 100 dorso. Tempo finale di 59”40 davanti alla britannica Harris (59”...