martedì 23 agosto 2022

LONGEVITA'

IL FRUTTO CHE PROTEGGE E CHE CI REGALA 5 ANNI DI VITA

 a cura di Eugenio Spagnuolo (fonte Gazzetta dello Sport) 

Lo conosciamo come il frutto degli dei: una fama non immeritata visto che, secondo un nuovo studio, basta mangiarne un po’ ogni giorno per aggiungere 5 anni alla nostra vita. Merito del suo contenuto, prezioso: antiossidanti che attenuano l’infiammazione e sostanze chimiche che aumentano i batteri intestinali buoni e abbassano il colesterolo. Di che frutto parliamo? 

IL FRUTTO DELLA LONGEVITÀ—  Secondo un gruppo di scienziati della Western New England University ad avere questo superpotere è... l'uva, giacché aiuta l’organismo a eliminare i grassi e gli zuccheri raffinati negli alimenti trasformati, fino a contrastare gli effetti di una dieta a base cibo spazzatura. “L’uva” spiega il dottor John Pezzuto, uno degli autori dello studio “aggiunge una dimensione nuova al vecchio detto siamo ciò che mangiamo. Questo è davvero straordinario”.

UVA, IL FRUTTO DELLA LONGEVITÀ: LO STUDIO—  In una serie di esperimenti, alcuni topi da laboratorio sono stati nutriti con alimenti ricchi di grassi, seguendo una dieta simile a quella dei paesi occidentali. Alcuni di essi, alla fine pasto, hanno ricevuto un estratto di uva in polvere equivalente a una piccola porzione del frutto. I risultati dello studio mostrano che la sola aggiunta di uva alla dieta ha fatto in modo che le cavie soffrissero meno di fegato grasso e vivessero più a lungo dei loro coetanei. "Il cambiamento osservato potrebbe corrispondere a 4 o 5 anni aggiuntivi nella vita di un essere umano", afferma Pezzuto.

MANGIARE UVA PER LA SALUTE DEL CERVELLO E DEL FEGATO—  Secondo i ricercatori, l'uva ha diversi benefici in termini di longevità. Per esempio migliora la funzionalità dei neuroni, con effetti positivi sul comportamento e sulla cognizione. E sembrerebbe anche contrastare la steatosi epatica non alcolica (NAFLD), collegata al consumo di cibi spazzatura. "I risultati dello studio suggeriscono il potenziale dell'uva di modulare l'espressione genica, prevenire il danno ossidativo, indurre il metabolismo degli acidi grassi, migliorare la NAFLD e aumentare la longevità anche se somministrata insieme a una dieta ricca di grassi”, commenta lo scienziato.

UVA E LONGEVITÀ: LA PILLOLA DELLA GIOVINEZZA—  Che ci sia un collegamento tra uva e longevità lo afferma anche un altro studio dell'Accademia cinese delle scienze di Shanghai, pubblicato a dicembre 2021, secondo cui l’estratto d’uva ha "un alto potenziale" nel ritardare, alleviare e persino prevenire alcune malattie. "Il declino funzionale degli organi associato all'invecchiamento e l'aumento del rischio di patologie croniche legate all'età sono guidati in parte dall'accumulo di cellule senescenti", scrivono i ricercatori sulla rivista Nature Metabolism.

Il merito sarebbe di un flavonoide noto come PCC1 che elimina le cellule zombi o senescenti, che hanno smesso di dividersi. Queste cellule dell'invecchiamento si accumulano naturalmente mentre invecchiamo e rilasciano sostanze chimiche che causano l'infiammazione. Se altri studi confermeranno le intuizioni dei ricercatori, potrebbe presto arrivare sul mercato un integratore a base di estratto di semi d’uva, in grado di agire proprio su queste cellule: una sorta di pillola della longevità. All'Accademia delle scienze di Shangai ne sono abbastanza sicuri: "I potenziali effetti anti-età del PCC1 dimostrati nei nostri test preclinici forniscono un buon supporto per un ulteriore sviluppo clinico del PCC1, con l'obiettivo di aiutarci a vivere una vita più lunga e più sana".

Post in evidenza

SI FA PER RIDERE…

….MA NON TROPPO 🤩🤩🤩🤩🤩🤩🤩🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝👏👏👏👏👏👏👏😂😂😂😂😂😂😂😁😁😁😁😁😁😁💯💯💯💯💯💯💯