mercoledì 28 settembre 2022

FERRARI SP51

POTENZA E QUALITÀ DELLA VETTURA ROSSA

di Alessandro Pinto (fonte Gazzetta dello sport)

La serie One-Off appartenente al programma Progetti Speciali ha sfornato la Ferrari SP51, un esemplare unico plasmato dal team diretto da Flavio Manzoni assecondando le richieste di un collezionista taiwanese. Si basa sulla 812 Gts, da cui eredita impostazione, telaio e motorizzazione V12. Il risultato è una spider dal design armonico, capace di fondere superfici ondulate e muscolose perfettamente integrate con i numerosi elementi in fibra di carbonio a vista. 

L'assenza del tetto ha imposto ai tecnici di Maranello numerosi interventi strutturali al telaio, tanto per garantire comfort e sicurezza ai massimi livelli, quanto per restituire quel feeling, anche acustico, che solo un'auto scoperta con motore V12 è in grado di regalare. Come sempre avviene con i modelli unici, Maranello non ha dichiarato prestazioni e prezzo della Ferrari SP51. 

FERRARI SP51: CARATTERISTICHE—  Erede della SP48 nel programma Progetti Speciali, la Ferrari SP51 richiama lo stile della Roma nelle linee ondulate del cofano anteriore, sotto al quale è alloggiato il propulsore V12. Anche la potenza del propulsore non è stata dichiarata, ma è lecito aspettarsi un valore più vicino agli 800 Cv erogati dalla 812 Gts, rispetto ai 725 Cv accreditati alla Ferrari Purosangue. Compatto il retro, che evolve alcune soluzioni estetiche viste proprio sulla V12 scoperta, come i proiettori circolari che omaggiano la lunga storia Ferrari. Così come l'assenza di vistose appendici aerodinamiche che renderebbero sovraccarico l'insieme. Subito dietro l’abitacolo sono presenti le due gobbe volte ad ospitare la struttura del roll-bar, ammorbidite da elementi in fibra di carbonio in un lontano ammiccamento a soluzioni utilizzate nelle Sport Prototipo Ferrari dei primi anni '60. La fiancata mostra i muscoli all'altezza dei passaruota posteriori, ma sono anche i cerchi specifici dallo stile retrò a rubare gli sguardi. Sono dotati di alette in fibra di carbonio su tutte le razze, impreziosite tra l’altro da una diamantatura tono su tono nella parte anteriore. 

FERRARI SP51: INTERNI—  Unica, anche nelle tinte che la contraddistinguono. Fuori e dentro domina il "Rosso Passionale" presente sulla carrozzeria come nell’Alcantara che riveste l'abitacolo. I colori bianco e blu compaiono anche sul tunnel centrale e sulla fascia compresa tra i sedili nella parete posteriore della cabina, oltre che sulle cuciture del volante, per una continuità totale tra interni ed esterni. Di grande impatto anche la finitura speciale prevista per i pannelli porta, la parte inferiore della plancia e i fianchetti dei sedili, composta da un inserto in Kvadrat blu con cuciture bianche che riprende il pattern della livrea. Alcuni dettagli ricamati in bianco (tra cui i cavallini e il logo della vettura, presente peraltro anche sull’arco inferiore del volante) completano l'insieme.


 

Post in evidenza

FUORIGIOCO SEMI AUTOMATICO

DA GENNAIO ANCHE IN SERIE A Ci siamo. Questa volta davvero. C’è chi avrebbe voluto che il fuorigioco semiautomatico fosse partito prima. Ma ...