giovedì 10 novembre 2022

COOPERATIVA ATLANTIDE

CATANZARO JAZZ FEST COMPIE 25 ANNI

(riceviamo e pubblichiamo)

La Cooperativa Atlantide sii appresta a festeggiare il 25° anniversario della sua iniziativa più longeva, il Catanzaro Jazz Fest, storica rassegna giunta ad un traguardo importante e per certi versi inaspettato peruna manifestazione dedicata ad un genere tradizionalmente considerato d’élite, nata in una città di provincia che non disponeva degli spazi culturali odierni, sempre alle prese con difficoltà burocratiche e di bilancio. Da quel 10 novembre 1997 – quando tutto è cominciato, quasi per caso, in una Galleria Mancuso gremita di pubblico per il concerto di Antonio Onorato  Group, per poi approdare allo storico Teatro Masciari con ilduo Bill Frisell & Joey Baron – il CJF ha ospitato grandi artisti italiani ed internazionali, giovani talenti calabresi, produzioni originali, ha realizzato seminari per musicisti e attività didattico-divulgativo sul jazz nelle scuole a rischio del  territorio, con l’obiettivo di costruire un pubblico di appassionati e diventare una ppuntamento stabile e identitario, da dando al capoluogo di regione il “suo” Festival Jazz come accade in altre realtà italiane ed internazionali che si identificano con le loro   manifestazioni.

Il CJF si è caratterizzato negli anni per la qualità delle proposte artistiche, l’efficacia della comunicazione, l’efficienza dell’organizzazione, la.sostenibilità della gestione e ha sempre avuto ottim  riscontrimedia locali e nazionali. Aderisce all’Associazione “I-Jazz”, che riunisce i maggiori Festival jazz italiani, e a “Jazz Takes the Green”, la prima rete italiana del Jazz sostenibile. L’edizione edizione di quest’anno sarà caratterizzata da un ridotto consumo di cartaall’impatto ambientale dell’evento.

Per celebrare questo anniversario ed inaugurare con un’anteprima d’eccezione la ventiduesima edizione del Festival, che proseguirà nel mese di dicembre, vogliamo regalare al nostro pubblico un grande concerto, il primo tour italiano in assoluto della vocalist newyorchese Deanna Kirk al Museo Marca il 10 novembre alle ore 21. Alla tastiera del suo speciale organo KORG in edizione limitata, Giacomo Aula – unico pianista italiano mai invitato da Berlinale FilmFestival – e al contrabbasso Tommaso Pugliese. Ci vengono a trovare per i 25 anni del CJF grazie a un lunga e antica amicizia tra Giacomo Aula ed il Festival fin dall’edizione 2000 e ad un tour che toccherà anche Matera, Cava de’ Tirreni, Potenza e Caserta e li vedrà impegnati in un tipico repertorio di  broadway-songs americane, con qualche incursione fra le composizioni di Aula e l’immancabile Bill Evans. Data la limitata capienza della sala, per poter raggiungere un pubblico più ampio sarà realizzata una trasmissione radiofonica su Radio Ciak ed un Podcast con il concerto, interviste e contenuti esclusivi.

 

Post in evidenza

ADDIO A

NICK BOLLETTIERI Si poteva amarlo o disdegnarne i metodi, e per tanti ragazzi che sono passati da lui forse la seconda opzione è stata la pi...