domenica 18 dicembre 2022

CONEGLIANO CAMPIONE DEL MONDO PER CLUB

BATTUTO IL VAKIF DELLA EGONU

A distanza di tre anni Conegliano torna a vincere il Mondiale di Club e lo fa battendo la squadra che nello scorso anno l’aveva sempre battuta: il Vakif di Giovanni Guidetti che nella ultima stagione, con Haak in squadra aveva conquistato 5 trofei su 5. A un anno di distanza dalle finali di Ankara (questa volta si giocava ad Antalya) l’Imoco si riprende il Mondo con una prova di grande sostanza e il suo coach Daniele Santarelli vince il secondo mondiale in poche settimane, dopo quello vinto con la Serbia in Olanda a ottobre. 

La sfida che tutti aspettavano Conegliano contro il Vakif di Paola Egonu, l’azzurra che con l’Imoco negli ultimi anni ha vinto tutto. Ma è anche la prima volta di Paola contro un club italiano nella sua carriera. La squadra di Santarelli parte subito alla grande difendendo molto e controllando bene a muro. Quando la ricezione del Vakif balbetta la squadra italiana scava il solco. Il gioco delle turche di Guidetti si fa più scontato appoggiandosi molto spesso su Egonu che riceve 16 palloni nel set (8 punti), contro i 15 del resto della squadra. Al contrario Wolosz distribuisce molto di più e si appoggia tanto su Plummer e Haak che scardinano la difesa turca. Con 4-5 punti di vantaggio Cook e compagne gestiscono la frazione fino al 25° punto. Nel secondo set l’Imoco s’inceppa in una rotazione in cui perde 4 punti grazie a 3 murate del Vakif. Ma anche sotto 10-6 non si scompone e registra il muro restituendoli immediatamente: 11-11. Quando Conegliano sembra rompere l’equilirio è la classe di Gabi (4 punti consecutivi) a ricucire il break. Guidetti cambia per un giro la regia con Gulubay Buket. Il Vakif ha un break di vantaggio 23-21. Prima che un attacco di Bajema, entrata negli ultimi punti, pareggi i conti.

PAUSA—Il Vakif riparte con Bajena al posto di Daalderop. Ma il Vakif ha ralentato la corsa, cosa che non fa Conegliano Plummer e Haak continuano a picchiare mentre il Vakif ha percentuali di attacco molto più basse. Wolosz continua a inventare, Guidetti chiede alle sue di rischiare in battuta e il Vakif taglia lo svantaggio da 18-12 al 18-16 grazie a una serie di servizi velenosi di Cansu. Ma l’Imoco si riprende bene da questo ritono di Istanbul e chiude il set: siamo 2-1. Nel quarto Conegliano comincia bene 7-4, Egonu prova a ricure lo strappo: 10-10. Ma il Vakif è sempre costretto a inseguire e a questo punto si appoggia solo su Egonu. L’Imoco ha un’altra marcia, sbaglia pochissimo e con alcune difese incredibili di De Gennaro va a prendersi il Mondiale a distanza di tre anni dalla vittoria sull’Eczacibasi. E per la squadra di Santarelli siamo già al secondo trofeo in stagione dopo la vittoria in Supercoppa.


 

Post in evidenza

AUGURI A

JUSTIN TIMBERLAKE di Rachele Scoditti (fonte Gazzetta dello sport)  Cantautore, ballerino, attore e produttore discografico. Che altro? Ah, ...