lunedì 19 dicembre 2022

LA FELICITÀ

COME POTENZIARE GLI ORMONI

di Sabrina Commis (fonte Gazzetta dello sport)

Non c'è bisogno di cercare soluzioni complicate: per trovare la felicità, il cervello ha un tesoro di benefici: serotonina, endorfina, dopamina, ossitocina. La particolarità di questi ormoni del benessere, a differenza di altri è che sono alla nostra portata. Possiamo, attraverso il comportamento, lo stile di vita e la dieta, stimolarne la produzione.

CONCEDIAMOCI PIÙ COCCOLE— 

Il contatto fisico, le coccole, gli abbracci sono potenti stimolatori della produzione di ossitocina. "Promuove il senso di fiducia in se stessi e negli altri ed è responsabile della costruzione di legami - spiega Caterina Bianconi, psicologa -.  Favorirne la produzione significa migliorare la relazione con noi stessi e quelle interpersonali".

METTIAMOCI IN MOTO—  Anche solo 10 minuti di camminata veloce al giorno bastano per potenziare la produzione di endorfine, che riducono lo stress e aumentano le sensazioni di euforia e benessere. Fare pesi invece favorisce la sintesi di dopamina, responsabile della sensazione di gratificazione e appagamento. "Più ci sentiamo appagati, più saremo incentivati a ripetere un dato comportamento - spiega Bianconi -. Ecco come mai la dopamina può essere valido alleato della motivazione e facilitare determinate abitudini si stabilizzino". 

MEDITIAMO PER RIDURRE LO STRESS—  È alla moda e fa sentire bene: la meditazione ha effetti evidenti e insospettabili sul nostro cervello. "Praticarla aiuta a sviluppare la capacità di stare nel qui e ora, la regolazione emotiva e la consapevolezza di sé - continua la psicologa - . Queste potenziate capacità hanno a propria volta ricadute positive sul quotidiano". 

DIVENTIAMO MATTINIERI—  Svegliarsi presto permette di esporsi maggiormente alla luce solare, cosa che ha a propria volta un impatto positivo sulla produzione di serotonina.  "Agisce sul tono dell’umore: più i suoi livelli sono alti, più ci sentiremo bene, appagati e felici". 

ADOTTIAMOLA DIETA CHE CI FA STAR BENE—  Anche il modo in cui mangiamo può influenzare la percezione di benessere. Diete iperproteiche, ipocaloriche, povere in carboidrati abbassano il livello di energia, ci fanno sentire più irrequieti. Al contrario una dieta bilanciata contribuisce a creare quel cocktail ormonale che ci dà benessere. "Il cibo può essere una fonte di piacere immediato - spiega Flavia Bernini, biologa, nutrizionista -: non solo il sapore, ma anche profumo, croccantezza, morbidezza e calore contribuiscono a rilasciare una cascata di ormoni del piacere. A ricoprire questo ruolo sono spesso i confort food. Anche se spesso non ricchi di nutrienti, possono essere inseriti in una dieta sana e bilanciata". Impariamo a sfruttarne il ruolo, ma occhio alle quantità per non annullarne i benefici.

 

Post in evidenza

SHIFFRIN AD UN PASSO DA STENMARK

VITTORIA NUMERO 85 Tutti dietro a Mikaela Shiffrin: dopo la doppietta nei giganti di Plan de Corones la statunitense domina anche lo slalom ...