mercoledì 5 luglio 2023

LUIS ENRIQUE AL PSG

LA PRESENTAZIONE 

(Fonte Gazzetta dello sport)

È il giorno della presentazione di Luis Enrique al Paris Saint-Germain, ma è soprattutto l’occasione per Nasser Al-Khelaifi per lanciare un ultimatum a Mbappé. “La mia posizione è molto chiara, se Kylian vuole restare noi lo vogliamo altrettanto. Ma deve firmare un nuovo contratto, non possiamo permetterci di perdere il miglior giocatore del mondo a zero, è molto semplice” ha spiegato il presidente del club, dopo aver lasciato parlare il nuovo allenatore. Lo spagnolo, dal canto suo, non ha voluto rendere pubblico nulla dei piani del Psg o dei colloqui privati che ha avuto finora. “

Le discussioni relative ai componenti della rosa resteranno private. Proveremo ad allestire il miglior gruppo possibile. I calciatori sono egoisti ma intelligenti, bisogna dare loro una scena in cui possano esprimersi al meglio e rincorrere i grandi titoli. Dall’inizio delle trattative si è individuato un nucleo di partenza. Ripongo fiducia nella società, sono in club che vuole vincere. Si lavora sulla stessa lunghezza d’onda, fianco a fianco. Non ho parlato ancora con Neymar, ma solo con Kimpembe e Mukiele perché erano presenti al centro sportivo. In ogni caso non sono informazioni che posso darvi. Sicuramente ci saranno dei cambiamenti, d’altronde è l’inizio di una nuova era”. 

OBIETTIVO CHAMPIONS—  Chiaramente l’obiettivo principale è ben noto: il Paris Saint-Germain deve vincere la Champions. Luis Enrique non teme il peso delle aspettative. “Adoro questo tipo di pressione, è magnifica. Ci sono decine di squadre che vogliono trionfare in questo torneo, che hanno persino più esperienza di noi, ma non è per questo che non ce la potremo fare. Bisogna essere ambiziosi, è un atteggiamento positivo nella vita. Vogliamo tirare fuori il meglio dai giocatori, è una mia sfida e me ne assumo pienamente la responsabilità”. Il resto sono le classiche dichiarazioni programmatiche. “Ringrazio il club per la fiducia. La mia idea di calcio è un gioco d’attacco, offensivo, divertente per il pubblico. Penso che ai tifosi piacerà molto quello che faremo. Mi sono spesso trovato bene con i direttori sportivi ed è un grande onore poter lavorare con Luis Campos. Sono convinto che faremo un’ottima squadra e ne sono molto felice. La nostra identità non sarà snaturata, è la mia filosofia. Il mio ruolo mi impone di adattarmi ma posso dire che si giocherà tutti insieme all’attacco”. Al-Khelaifi ha quindi dato il benvenuto al nuovo tecnico e salutato i partenti illustri. “Voglio ringraziare Lionel Messi, il miglior giocatore di tutti i tempi, e allo stesso modo Sergio Ramos. Luis Enrique è uno dei più grandi allenatori in circolazione, non solo per il palmares ma anche per il gioco”.

Post in evidenza

LA RUBRICA

SEMPRE E SOLO IO… a cura della sognatrice matta  Lo so, lo so …Tutti rispondono.. non è così semplice. Nella risposta c’è già arresa. Quando...