domenica 13 agosto 2023

USIAMO SOLO IL 10% DEL NOSTRO CERVELLO?

LA NUOVA SCOPERTA

“Usiamo solo il 10% del nostro cervello”. Chi di noi non ha mai sentito dire questa frase almeno una volta? Eppure l’idea che l’essere umano non sfrutti pienamente le proprie capacità cognitive non è vera, si tratta di una delle credenze più diffuse e dure a morire.

Perché si dice che sfruttiamo solo il 10% del cervello

La diffusione popolare di questo mito si deve allo scrittore Lowell Thomas, che nel 1936, nella sua introduzione al libro di Dale Carnegie “Come trattare gli altri e farseli amici”, riportò una frase destinata a vivere separatamente dal testo: “Il professor William James di Harvard diceva che l’uomo medio sviluppa solo il 10% della sua capacità mentale latente”. William James è considerato il padre della psicologia americana e insieme allo psicologo Boris Sidis dal 1890 lavorò alle teorie sulla “riserva di energia”. Fu nel 1908 che James, nel corso delle sue ricerche, disse: “Stiamo facendo uso di solo una piccola parte delle nostre possibili risorse mentali e psicologiche”. Notate la differenza? Nella frase originale non c’è alcun riferimento a una percentuale.

Quale percentuale del nostro cervello usiamo davvero

Grazie al progresso e alla ricerca, oggi abbiamo una mappatura completa delle funzioni cerebrali e sappiamo che non c’è più nessuna area di quest’organo a cui non sia stata associata una precisa funzione. Significa, ed è stato dimostrato in modo incontrovertibile, che utilizziamo al 100% il nostro cervello e che non esistono capacità nascoste o addirittura soprannaturali, come alcuni credono, che potremmo essere in grado di sviluppare. Ciò che sappiamo è che l’attività cerebrale varia in base all’azione che stiamo compiendo o a ciò che stiamo pensando. Ma nell’arco delle 24 ore ogni parte di questo organo così importante entra in azione, perfino durante il sonno.

I trucchi per “aumentare” l’uso del cervello

Chiarito che quella del 10% è solo una storia che è stata tramandata per decenni, vediamo ora come possiamo stimolare il nostro cervello per tenerlo allenato e come migliorarne le prestazioni, compresa la memoria.

Pratica uno sport: con l’esercizio fisico ci guadagna la salute ma anche la memoria.

Passa del tempo all’aria aperta: esporsi alla luce solare attiva la vitamina D, che aiuta ad ottenere performance migliori e rallentare l’invecchiamento del cervello.

Esci dalla comfort zone: serve per stimolare il cervello e si può iniziare dalle piccole cose, come fare un’altra strada quando si va a lavoro o semplicemente scegliere un posto a tavola diverso dal solito.

Allena la memoria: ci si può sbizzarrire con tutte le forme di gioco, dai cruciverba ai quiz.

Dormi a sufficienza: il sonno è necessario per consolidare la memoria e l’apprendimento.

 

Post in evidenza

IL PERCORSO DELLE 12 CASE IN ASTROLOGIA

SCOPRIAMOLO INSIEME (fonte Tgcom) L'Astrologia offre uno sguardo profondo e significativo sulle varie sfaccettature della vita umana att...