venerdì 26 gennaio 2024

"CLICK BOOM"

IL NUOVO ALBUM DI ROSE VILLAIN

Il 2023 è stato un anno cruciale per Rose Villain. E' uscito il suo primo album "Radio Gotham" (certificato oro), poi la hit estiva "Fragole" con Achille Lauro e ha tenuto il primo concerto dal vivo tutto suo. A coronamento di queste soddisfazioni arriva il momento di salire sul palco dell'Ariston in gara alla 74esima edizione del festival di Sanremo con il brano "Click Boom!", dopo essere stata ospite di Rosa Chemical nella serata delle cover dello scorso anno. Sarà anche un modo per lanciare il suo nuovo disco in arrivo l'8 marzo che si intitolerà "Radio Sakura".

In gara a Sanremo per la prima volta  A Sanremo Rose Villain porterà se stessa e la sua musica dalle due anime, quella malinconica e quella romantica, quella urban e quella pop. Del Festival dice subito che è "un'opportunità di fare bella musica", anche grazie "all'attualizzazione di Amadeus". Sul palco salirà per la seconda volta ma, spiega: "Mi piace pensare che questo sia un debutto, ho un brano che mi rappresenta al 100% e sono entusiasta". Mentre sale l'attesa, la cantante non sta nella pelle, si sente tranquilla e ha "una voglia pazza di farmi conoscere da chi non sa chi sono" e ha rivelato che il primo ricordo di Sanremo è quello legato all'esibizione di Elisa con "Luce", "vestita di bianco come un angelo. Avevo 11 anni". Spiega innanzitutto che seguirà il consiglio dell'amico Achille Lauro, che quel palco lo ha frequentato parecchio: "Sii semplicemente te stessa, che non sbagli", le ha detto. Intanto, se dovesse servire: "In questa mia prima esperienza mi porto dietro un portafortuna, una spilla con un mini papillon azzurro che mi ha regalato il maestro Beppe Vessicchio".

Il brano "Click Boom!"  Sul palco dell'Ariston Rose Villain canterà "Click Boom!" che racconta uno di quegli amori così forti che portano con sé delle zone d'ombra: "Nelle canzoni d’amore si parla sempre di cuori spezzati o di amori meravigliosi. Invece volevo proprio esplorare il lato più oscuro di quegli amori molto totalizzanti. L’amore quando è così forte talvolta porta un po’ ad annullarsi, a essere un po’ dipendenti, e secondo me non si parla abbastanza di questo. Penso sia importante mettere luce su relazioni solide che però fanno male, l’amore è un bel proiettile", spiegando che è "una canzone con un forte dualismo, ma io voglio parlare dell'amore imperfetto, quello che ha anche una componente di tossicità". Di autobiografico c'è molto, a partire dal verso che racchiude il senso della canzone: "Se non mi importa di te, non mi importa di me". A questo proposito non nasconde: "Anche se sono una donna forte, quando mi innamoro perdo un po' di balance, sono gelosa, mi annullo". Una tematica non scontata e che non vuole fare facilonerie e inseguire trend social: "Io sono femminista, ma deve esserci una spazio per una donna femminista passiva in una relazione, non in linea con quello che vorrebbe essere. Vogliamo la parità, ma siamo le prime a essere succube di noi stesse, tra di noi. Ci deve essere spazio per una donna non perfetta".

Donne a Sanremo  In gara al Festival ci saranno 8 donne su 30. Per Rose Villain "non è solo nella musica che c'è disparità. Guardo all'America, vedo tutte queste donne forti libere in classifica, che si sono riprese la propria sessualità. Anche le nostre donne del pop oggi sono più cazzute, confident. Anche noi ci siamo gasate, vogliamo essere padrone di noi stesse. Saremo in meno ma siamo donne power. La situazione sarà sbilanciata ma ancora per poco". Per questa edizione ha un sogno: "Io vorrei che, dopo dieci anni, vincesse una donna. Non perché è il momento, ma perché ci sono artiste forti che non devono essere penalizzate dal gender". Le sue previsioni? "Vincerà una donna, ma il podio non sarà tutto femminile". Il nuovo album "Radio Sakura"  Intanto Rose Villain è pronta anche a pubblicare il suo nuovo album che uscirà, non a caso, l'8 marzo, giornata internazionale della donna. "Un bel giorno per festeggiare", dice. "Dopo aver esplorato la mia parte più oscura con Radio Gotham, ora mi sento in un periodo di fioritura, come se fossi una rosa sbocciata, e dunque si chiama Radio Sakura, come la fioritura dei ciliegi in Giappone. Un disco nel quale mi metto a nudo, tolgo orpelli e oscurità e che rispecchia questa fase dolcemente cruda". Sul suo lavoro spiega che ha influito anche l'esperienza che ha fatto vivendo a Los Angeles e a New York. "Lì ci sono tanti artisti talentuosi e si premia il diverso, chi osa ma con una qualità altissima. Questo me lo sono portato dietro, insieme all'idea di buttarmi sempre". Il nuovo tour  Dopo le due date a Milano e Roma di “A Villain Story: the beginning”, il suo primo live show con cui ci ha aperto le porte del suo personale modo di calcare il palcoscenico, l’artista ha già annunciato 4 live nei club per ottobre 2024 a Firenze, Padova, Napoli, Milano.

Ecco le date:

17 ottobre – FIRENZE – Viper Theatre

18 ottobre – PADOVA – Hall

25 ottobre – NAPOLI – Casa della Musica

29 ottobre – MILANO – Fabrique

 

Post in evidenza

PLAYOFF LEGA PRO

SEMIFINALI AVELLINO VS VICENZA E CARRARESE VS BENEVENTO  Gli irpini piegano 2-1 il Catania, colpo Vicenza a Padova. Juve U23 e Torres si arr...