mercoledì 17 gennaio 2024

GIORNATA MONDIALE DELLA PIZZA

LA RICETTA PERFETTA PER L’UMORE DEGLI SPORTIVI 

di Roberto de Filippis (fonte Gazzetta dello Sport)

Simbolo della cucina italiana, la pizza è un cibo a cui a qualsiasi latitudine è difficile resistere, tanto più oggi che se ne festeggia la Giornata Mondiale. Non sono certo indifferenti al suo richiamo nemmeno gli sportivi che, per rendere al meglio delle proprie possibilità, devono stare un po’ più attenti degli altri a ciò che portano in tavola. Concedersene una è un peccato di gola o, al contrario, ha effetti positivi sulla salute e sulle performance?

LA PIZZA E LA LIEVITAZIONE—  Anche se può essere preparata usando diversi ingredienti, quando si affronta l’argomento della pizza a quasi tutti viene in mente la margherita, perché è la più semplice da preparare. Questa pizza rappresenta soprattutto una fonte di carboidrati: infatti, tali macronutrienti costituiscono circa il 60% del suo peso e derivano principalmente dalla farina utilizzata per l’impasto e dal pomodoro. Questo alimento contiene inoltre una buona quantità di proteine, che rappresentano circa il 28% del suo peso e che sono fornite dalla mozzarella. Tale formaggio, però, ha anche un contenuto significativo di grassi saturi (quelli “cattivi”), che costituiscono circa il 17% del peso del cibo. È invece una preziosa fonte di grassi insaturi (quelli “buoni”) l’olio extravergine d’oliva. Nel complesso, una pizza margherita di 250 grammi apporta circa 665 calorie. La margherita può rappresentare un pasto gustoso anche per chi pratica sport regolarmente, in quanto fornisce un mix bilanciato di macronutrienti: i carboidrati come fonte d’energia, le proteine per il recupero muscolare e i grassi per il sostegno energetico a lungo termine. “È però importante prestare attenzione a far lievitare la pasta 48 ore, a usare ingredienti di qualità e a bilanciare l’apporto calorico e nutrizionale di tutti i pasti della giornata” raccomanda la dottoressa Emanuela Russo, dietista dell’Inco (Istituto Nazionale per la Cura dell’Obesità) all’Irccs Ospedale Galeazzi-Sant’Ambrogio e a Palazzo della Salute-Wellness Clinic di Milano.. 

BERE DOPO LA PIZZA—  Il consumo della pizza margherita da parte di chi pratica sport con costanza dovrebbe variare in base al tipo di attività fisica svolta, all’intensità e alla frequenza. Premesso ciò, anche chi segue diete ipocaloriche con l’obiettivo di perdere peso può concedersela una volta alla settimana. Il momento migliore per gustarsela è al termine dell’allenamento o della partita, anche come occasione conviviale per scambiare due chiacchiere con le persone con cui si condivide la stessa passione. In questo modo, si riforniscono le scorte di glicogeno e si riparano i tessuti muscolari. “Dopo lo sforzo fisico, alla pizza andrebbe abbinato un contorno di verdure per aumentare l’apporto di fibre e micronutrienti. Inoltre, è bene idratarsi adeguatamente dopo il pasto” ricorda la dottoressa Russo. Chi pratica sport di endurance può consumare la pizza non soltanto il giorno prima dell’attività fisica, ma anche nel pasto che la precede. In questo caso, però, bisognerebbe mangiarla almeno due ore prima ed evitare l’utilizzo di formaggi e impasti integrali.

GLI INGREDIENTI—  La margherita non è però l’unica pizza a disposizione degli amanti di questo cibo. Per rendere più completo sotto l’aspetto nutrizionale tale alimento si possono aggiungere ingredienti sani, quali verdure di stagione, che forniscono vitamine, sali minerali e fibre e fonti proteiche magre, come pesce o affettati non troppo salati. Al contrario, sono da evitare ingredienti a elevato contenuto di grassi saturi e sale, per esempio salumi quali la salsiccia e formaggi particolarmente grassi. “L’aggiunta di salsa barbecue oppure di ketchup fa crescere inutilmente il contenuto calorico e di zuccheri della pizza. Inoltre, il computo delle calorie complessive aumenta anche quando l’impasto è poco lievitato” conclude la dottoressa Russo


 

Post in evidenza

WHATSAPP TRUFFA DEL CODICE A 6 CIFRE

ECCO COSA FARE Su WhatsApp è tornata in voga il raggiro che permette di rubare il proprio profilo e relativi gruppi. L'allerta scatta co...