sabato 24 febbraio 2024

ALIMENTAZIONE INTUITIVA

COME PERDERE PESO SENZA STRESS E SENZA CONTARE LE CALORIE

a cura di Anna Castiglioni (fonte Gazzetta dello Sport)

Se sei sempre a dieta e da sempre lotti con la bilancia? L'alimentazione intuitiva potrebbe fare al caso tuo. Ideata nel 1995 dalle nutrizioniste Evelyn Tribole ed Elyse Resch, l'Intuitive eating è un approccio all'alimentazione che lascia ampio spazio all'ascolto del corpo e ai segnali che esso manda in relazione al cibo. In altre parole, il metodo ideale per chi da una vita conta le calorie e lotta contro i sensi di colpa legati al proprio peso e a quello che mangia. 

MANGIARE È ASCOLTARE IL PROPRIO CORPO— Il principio base dell'alimentazione intuitiva è l'ascolto dei segnali che il corpo ci manda. Mangiare quando si ha fame e non solo quando si ha appetito è uno di questi. Abituati come siamo a mangiare più volte al giorno e spesso a orari stabiliti, abbiamo perso la connessione con ciò di cui ha bisogno il nostro organismo. Quante volte ti è capitato di mangiare perché dovevi e non perché avevi realmente fame? Non importa che siano passate 5 ore o un'ora dall'ultimo pasto o spuntino, se il tuo corpo chiede nutrimento è il momento di mangiare. Un altro segnale che spesso ignoriamo è quello della sazietà. Troppe volte ci troviamo a ingurgitare cibo che non trova spazio nello stomaco, eppure continuiamo finché il piatto non è vuoto. Del resto, è quello che ci hanno sempre insegnato da piccoli. Secondo l'intuitive eating, il momento in cui smettere di mangiare è quello in cui siamo sazi, a costo di avanzare il cibo nel piatto (che, per inciso, non va buttato, ma conservato per il pasto successivo). Cibarsi oltre quel limite potrebbe significare andare incontro a una digestione lenta e difficile, a reflusso gastrico, gonfiore addominale e accumulo di peso.  

CIBI "INTUITIVI" E  VITA SANA—  L'alimentazione intuitiva non impone alcun tipo di alimento, né di abbinamenti tra macronutrienti o dosi pesate al milligrammo. Secondo questo approccio, non esistono cibi da evitare e altri da preferire, l'importante è variare e mantenere sani abitudini, come dedicarsi ad attività fisica costante e quotidiana e una selezione puntuale di alimenti di qualità. Il cibo scelto deve essere nutriente e leggero, esteticamente bello da vedere e fonte di energia per una vita attiva. Un altro elemento chiave dell'intuitive eating è il rapporto che abbiamo con il cibo, spesso caricato di emozioni che non riusciamo a sfogare in altro modo. Anche in questo caso è necessario lavorare sull'introspezione e individuare le emozioni che di solito sfoghiamo su ciò che mangiamo: rabbia, frustrazione, delusione, apatia, noia. 

ALIMENTAZIONE INTUITIVA: COME E COSA MANGIARE—  L'intuitive eating pone al centro il rapporto che abbiamo con il cibo, che non è solamente nutrimento per il corpo, ma per l'anima. Mangiare non è solo un'azione funzionale, ma diventa un momento di ascolto che mette al centro sia la convivialità che l'intimità con noi stessi. Un altro punto chiave di questo approccio dà molta importanza a dove e come mangiamo: se pranziamo in macchina tra un appuntamento di lavoro e l'altro, difficilmente quel cibo ci sazierà. Mangiare è un piacere e consumare i pasti distrattamente e mentre si fa dell'altro, non aiuta il nostro rapporto col cibo né la digestione. Il concetto di alimentazione intuitiva significa, inoltre, abbandonare sensi di colpa e giudizi iper critici nei confronti del proprio corpo: avere uno sguardo clemente e non giudicante nei confronti dell'immaginare riflessa allo specchio è forse l'azione più difficile e rivoluzionaria che potremmo fare. Ma è senz'altro l'unica di cui avremmo davvero bisogno. 


 

Post in evidenza

TAYLOR SWIFT PUBBLICA IL SUO NUOVO ALBUM

"LA MIA ANTOLOGIA DI POESIE TORMENTATE" Taylor Swift pubblica il suo undicesimo album, che si arricchisce a sopresa di 15 brani ex...