lunedì 5 febbraio 2024

CALCIO MAGNESIO E POTASSIO

FONDAMENTALI PER UNA OTTIMALE PRESSIONE ARTERIOSA

(fonte Gazzetta dello sport) 

Una dieta equilibrata non può prescindere da alimenti ricchi di calcio, magnesio e potassio. Questi tre minerali sono fondamentali per il nostro corpo: tutti e tre hanno effetti positivi sulla pressione arteriosa ed è importante inserirli nel nostro piano alimentare. Ma senza esagerare: la giusta quantità può aiutare, l'eccesso può essere dannoso. Ecco cosa c'è da sapere su calcio, magnesio e potassio e in quali alimenti trovarli.

IL CALCIO—  Partiamo dal calcio, uno dei minerali più presente all’interno del nostro organismo. Il calcio aiuta a far sì che i livelli di pressione arteriosa restino nella norma e inoltre “ha un ruolo importante anche nella salute delle nostre ossa”, spiega il cardiologo Jim Liu a Health. Quanto calcio ci serve al giorno, dunque? Dipende ovviamente da tanti fattori, ma si può stimare che un adulto medio di età compresa tra i 19 e i 50 anni necessiti di 1000 milligrammi di calcio al giorno; superati i 50 anni, resta invariato il dato per gli uomini, mentre le donne potrebbero avere bisogno di 1200 milligrammi nella stessa fascia di età. Tra le fonti di calcio più comuni ci sono il latte, lo yogurt, formaggi vari e alcune verdure, come i broccoli.

MAGNESIO E PRESSIONE—  Il magnesio, a differenza del calcio, non aiuta solo nella regolazione dei livelli di pressione sanguigna, ma ha un ruolo anche nel regolare i livelli di glucosio presenti nel sangue. È coinvolto inoltre nella sintesi di proteine e nel funzionamento di muscoli e nervi. Il magnesio è contenuto in particolare nei legumi, nella frutta secca (come le noci, per esempio), nei semi, negli spinaci, ma anche nello stesso latte e nello yogurt. L’apporto quotidiano varia in base al sesso: le donne adulte necessitano di circa 310-320 milligrammi al giorno, gli uomini tra 400 e 420 mg.

POTASSIO: GLI EFFETTI SULLA PRESSIONE ARTERIOSA—  Veniamo ora al potassio, uno dei minerali più importanti per il nostro corpo. È coinvolto nel corretto funzionamento dei reni e del cuore, e ha un ruolo anche nella contrazione muscolare. Bassi livelli di potassio possono portare a pressione alta, specialmente se associato ad alti livelli di sodio, come spiega la dietista Julia Zumpano a Health. Assumere poco potassio può inoltre darci una più marcata sensazione di stanchezza e affaticamento. Gli uomini (3400 mg al giorno) hanno bisogno mediamente di più potassio rispetto alle donne (2600 mg al giorno); tra gli alimenti più indicati per questo minerale troviamo banane, prugne secche e uvetta, succo d’arancia, patate, pomodori e altri tipi di verdure come i broccoli.

 

Post in evidenza

FOOTBALL PLAYERS SPEICIAL ONE

DOPO FROSINONE ANCJE CON LA CAVESE. SARÀ UN MESE DI GIUGNO PREGNO DI APPUNTAMENTI  Altra possibilità che verrà concessa ai facenti parte del...