lunedì 10 maggio 2021

AGGIORNAMENTO WHATSAPP

COSA E', QUANDO SARA' E COSA SUCCEDE SE NON LO SI ACCETTA

A inizio 2021 il Garante per la privacy si è focalizzato su un avviso diffuso da WhatsApp ai suoi utenti, attraverso cui ha chiesto a tutti loro di accettare i termini di utilizzo per poter continuare a usare l’app di messaggistica. Secondo il Garante, infatti, quel messaggio era poco chiaro: per questo ha chiesto tempo per valutare attentamente la questione privacy.

WhatsApp, l’aggiornamento è vicino: cosa fare per continuare a usarlo

Così, il termine entro cui accettare i nuovi termini di servizio, fissato inizialmente per l’8 febbraio, è stato esteso fino al 15 maggio. Mancano pochi giorni alla nuova data clou e tanti utenti si chiedono cosa succederebbe se non accettassero l’aggiornamento. In realtà WhatsApp sembra aver deciso di non limitare l’accesso a coloro i quali non dovessero accettare i nuovi termini di utilizzo. Lo si evince da quanto scritto dall’azienda nell’area FAQ del sito ufficiale, in cui alla domanda ‘Che cosa succede il giorno dell’entrata in vigore?’ viene data una risposta esplicita. “Se non accetterai i termini entro il 15 maggio – si legge – WhatsApp non eliminerà il tuo account. Tuttavia, non avrai a disposizione tutte le funzionalità dell’applicazione finché non accetti. Per un breve periodo di tempo, potrai ancora ricevere chiamate e notifiche, ma non potrai leggere o inviare messaggi dall’applicazione”.

WhatsApp, in cosa consistono i nuovi “Termini di servizio”

Ma in cosa consistono i nuovi ‘Termini di servizio’ da accettare per continuare a usare WhatsApp senza limitazioni? In sostanza, l’app chiede in cambio agli utenti di accettare la condivisione di informazioni relative al proprio account con Facebook, di cui fa parte, per ricevere pubblicità personalizzata sul social network creato da Mark Zuckerberg. Così facendo, l’utente potrà comunicare con più aziende tramite WhatsApp per ottenere un riscontro più immediato rispetto ai contatti via telefono o via mail. Si tratta comunque di interazioni facoltative. WhatsApp comunica anche che entro il 15 maggio, e non oltre, sarà consentito esportare la cronologia delle chat su Android e su iPhone e scaricare il rapporto dell’account. Oltre, ovviamente, a eliminare l’account qualora si decida di non accettare i termini di servizio e disinstallare l’applicazione, perdendo però tutta la cronologia delle chat e i vari backup.

 

Post in evidenza

FELPE IN ARRIVO

NON SOLO SPORT  Entra a far parte della community più bella d’Europa. Collaborazioni gadget e pubblicità. Segui e fai seguire @non_solo_spor...