giovedì 6 maggio 2021

ELIOTERAPIA

I RAGGI DEL SOLE CI RENDONO PIU' BELLI E FELICI

Aprire le finestre al mattino e vedere una bella giornata di sole è qualcosa che ci rallegra al primo istante. La luce solare, oltre ad avere un effetto quasi immediato sul nostro umore, offre molteplici benefici alla salute e al benessere. Naturalmente non ci si deve esporre al sole in modo indiscriminato, ma con le dovute precauzioni, la luce solare ci trasmette energia vitale e ci offre molti vantaggi per la salute del nostro organismo.

ELIOTERAPIA – I vantaggi che derivano da una corretta esposizione ai raggi solari sono così numerosi da poter parlare di elioterapia, ossia di uso terapeutico della luce prodotta dalla nostra stella.  La forma più elementare di elioterapia è il bagno di sole: basta qualche minuto per avvertire una piacevole sensazione di calore, di rilassamento e di benessere, frutto di una interazione complessa tra le radiazioni solari e i diversi sistemi fisiologici del nostro organismo. Il primo e principale beneficio dell’esposizione, con le dovute cautele, ai raggi solari è la trasformazione della vitamina D nella sua forma attiva, indispensabile per l’assorbimento del calcio e quindi per la salute delle ossa. Dato che il meccanismo avviene attraverso la pelle, è bene esporre al sole oltre al viso anche braccia e gambe non appena le temperature lo permettono, magari in occasione di una passeggiata. Questa accortezza è utile soprattutto in questo periodo in cui la superficie di pelle del viso esposta al sole è ridotta dalla necessità di indossare la mascherina. 

COME SONO FATTI I RAGGI DEL SOLE – La radiazione solare contiene uno spettro piuttosto ampio. Oltre alla luce visibile, quella cioè che percepiamo attraverso gli occhi, il sole emette una serie di radiazioni classificate in base alla loro lunghezza d’onda. I raggi infrarossi sono quelli che ci trasmettono il calore e che si fermano alla superficie della nostra pelle. I raggi ultravioletti (UV), invece, penetrano più in profondità, fino a raggiungere il derma: sono quindi più aggressivi, influenzano il nostro sistema metabolico e agiscono sui tessuti. I loro effetti non sono necessariamente negativi: sono loro, anzi, ad apportare i maggiori benefici alla nostra salute, a patto di usare cautele ed accortezze. Esistono tre tipi di raggi UV, dagli effetti ben differenti. I raggi UVA stimolano il rilascio della melanina e quindi l’abbronzatura, ma favoriscono anche i melanomi, ovvero i tumori della pelle e il cosiddetto foto-invecchiamento cutaneo. I raggi UVB sono potenzialmente più cancerogeni degli UVA, ma sono anche gli autori della sintesi della vitamina D e quindi hanno una fondamentale importanza per l’organismo. Infine, gli UVC: sono i più pericolosi in assoluto, ma non raggiungono la superficie terrestre perché sono filtrati dallo strato di ozono che avvolge la Terra. 

I BENEFICI PER IL CORPO –L’attivazione della vitamina D non è l’unico vantaggio che i raggi solari offrono al nostro fisico. Molte patologie cutanee migliorano con l’esposizione al sole: tra queste la psoriasi, l’acne e alcune forme di eczemi. Il sole favorisce l’assorbimento del calcio ed è quindi importantissimo in caso di osteoporosi e di artrosi, ma fa bene anche a chi soffre di disturbi alle articolazioni e di asma bronchiale e linfatismo. Studi recenti hanno dimostrato anche una correlazione tra carenza di i vitamina D e alcune forme tumorali, in particolare al colon e al seno. L'esposizione al sole favorisce infine il rilassamento muscolare e migliora l’efficienza del sistema immunitario. 

I VANTAGGI PER LA MENTE - Una bella giornata soleggiata ci rende subito di buon umore e ci fa sentire più allegri ed energici. Questo avviene perché I raggi solari agiscono sull’attivazione a livello cerebrale di alcuni neurotrasmettitori, tra cui la serotonina, un importante regolatore dell’umore capace di regalarci benessere, energia e abbattere i livelli di stress. La luce solare, inoltre, stabilizza il funzionamento del sistema endocrino, regolarizzando i nostri ritmi biologici a cominciare dalla produzione di melatonina nelle ore notturne, migliorando quindi il rapporto sonno-veglia. 

IL MODO CORRETTO DI GODERSI IL SOLE – La luce solare è dunque un potente alleato di salute e di benessere, a patto di godersela con qualche cautela. L’ideale sarebbe esporsi al sole tutto l’anno per 30 minuti al giorno, in modo da favorire e mantenere una giusta attivazione della melanina che, oltre a regalarci un bel colorito sano, ha la funzione di proteggere la pelle dalle radiazioni solari nocive. Le ore centrali della giornata sono quelle in cui i raggi “mordono di più”: meglio quindi privilegiare l’esposizione nelle ore del mattino e della seconda metà del pomeriggio. Una cura particolare va riservata agli occhi, anche a quelli dei bambini: i raggi solari possono danneggiare la retina anche in modo grave: è quindi indispensabile l’uso di occhiali con lenti dalla protezione certificata. Al mare, in montagna e, per i soggetti più sensibili, anche in città è indispensabile utilizzare una crema solare dal filtro adeguato. Non dimentichiamo però che, soprattutto nei periodi in cui abbiamo poche occasioni di stare al sole, i filtri solari bloccano l’azione di attivazione della vitamina D, per cui cerchiamo di raggiungere un compromesso. Infine, se siamo costretti in casa, ad esempio a causa dei lockdown da coronavirus, sfruttiamo i balconi e al limite, le aree della casa che ricevono sole diretto: in questo caso è necessario aprire la finestra perché i raggi UV sono schermati dai vetri. 

 

Post in evidenza

STATO INCOMPETENTE

SENZA SE E SENZA MA 🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦