mercoledì 12 maggio 2021

PALTRINIERI TRIONFO D'ORO

 A BUDAPEST VITTORIA NELLA 5 KM

di Stefano Arcobelli (fonte Gazzetta dello Sport)

L’oro da caimano. Da fondista. Se aveva un desiderio in cima ai suoi pensieri, Gregorio Paltrinieri lo ha subito esaudito trionfando nei 5 km. agli Europei di Budapest, in una location inedita che nella seconda parte ha visto le acque incresparsi e stravolgere le tattiche e le scie. Imbottigliato nella tonnara, e con l'ungherese campione uscente nonché iridato della 5 km, Gregorio ha saputo evitare gli “agguati”, ha allungato con una stupenda progressione che l’ha fatto entrare nel rettilineo finale da primo. E stavolta non ha temuto nessuna beffa: ha vinto, come dice lui in modo “incredibile” e si è come liberato di ogni dubbio: sì, Greg può essere anzi è già diventato un numero 1 anche nel fondo, dopo aver vinto tutto nei 1500 e negli 800 in vasca.

Un fenomeno, che si lancia sulle altre 4 gare qui a Budapest (domani la 10 km olimpica) e sulle 3 dei Giochi di Tokyo. Sul podio con il poliziotto di Carpi anche il Dario Verani, con cui si allena agli ordini di Fabrizio Antonelli, scelto da Greg proprio un anno fa perché voleva crescere nel fondo, cercare un’altra via per vincere ancora.

FELICITÀ—   Racconta ancora col fiatone, Greg: “È incredibile, è incredibile perché questo è il mio primo europeo di fondo, e la 5 km l’ho nuotata due volte, non l’ho fatta mai. Mentre nuotavo pensavo: due volte l’ho fatta e due volte l’ho vinta. Potrei fare questa, vincerla e ritirarmi. Mentre nuotavo pensavo al fatto di aver fatto le 5 km da imbattuto. Il fondo nel rettilineo finale, mi sono visto con gli altri, ho dato qualche spallata, per farli spostare, mi sono buttato dall’altra parte e sono andato. È veramente bello. E mi diverte questo. Era da un po’ che non salivo sul gradino più alto d’Europa. Mi mancava. Sono contentissimo”. Argento per il forte francese Marc Antoine Olivier a 1”8 e Dario Verani, bronzo a 3”3. Rasovzsky, rimasto sotto il podio a 4” dopo aver condotto tra il penultimo e ultimo giro. Sesto posto per Marcello Guidi a 4”4, nono per l’iridato della 10 km, il tedesco Florian Wellbrock.

 

Post in evidenza

COPPA DAVIS

SERBIA BATTUTA: CROAZIA PRIMA FINALISTA Prima Gojo, numero 279 della classifica Atp, e poi il doppio confezionano l'impresa contro il nu...