domenica 13 giugno 2021

NUOTO

FANTASTICA McKEOWN: RECORD DEL MONDO NEI 100 DORSO

di Stefano Arcobelli (fonte Gazzetta dello Sport)

Il primo vero botto è servito. Ai Trials di Adelaide, l’australiana Kaylee McKeown ha migliorato in  57″45 (28″10-29″35) il record mondiale dei 100 dorso ad Adelaide: la dorsista diciannovenne di Redcliffe, ha cancellato il 57″57 realizzato il 28 luglio 2019 a Gwangju dall’americana Regan Smith, in prima frazione di staffetta mista. Una gara sempre al di sotto del vecchio primato. Si è qualificata ai Giochi (quarta volta come la ranista Leisel Jones) anche Emily Seebohm, in 58″59, terza Mollie O’Callaghan 58″86 (sotto il tempo limite di 59″71 ma esclusa essendo solo due i pass) e quarta Madison Wilson 59″02. La McKeown partiva dal precedente record del Commonwealth di 57″63 del 2021. Una sorella ranista, Taylor McKeown (quinta in finale in 1’09″80), campionessa olimpica giovanile nei 50 dorso, Kaylee vanta 3 argenti mondiali assoluti tra il 2017 e il 2019. Lacrime ed emozioni per Kaylee con mamma, sorella e coach Chris Mooney. Il motto della neo primatista, prima australiana ad aver infranto un record mondiale nei 100 dorso: “Le cose accadono per una ragione”. Il padre Sholto nell’agosto era morto per un tumore al cervello. “Non posso crederci, è stato un anno tremendo per me e la mia famiglia: sono passati 10 da quando papà se ne andò come oggi. Lui sarebbe orgoglioso di me”. Ora avrà i 200, la sua vera specialità un po’ come per Regan Smith, e nei quli vanta il quarto tempo della storia, nonché nei 200 misti, di cui è la leader stagionale.

Vanno ai Giochi anche Chelsea Hodges (1’05″99) e Jessica Hansen (1’06″69): il tempo limite era 1’06″97. Entrambe le qualificate hanno realizzato un crono peggiore di quanto fatto registrare a Riccione Martina Carraro (1”05″86) e Arianna Castiglioni (1’05″98).

Mich Larkin vince e centra al centesimo (53″40) il tempo limite nei 100 dorso: per lui anche 200 dorso e 200 misti in arrivo, ma adesso potrà nuotare più rilassato essendosi qualificato per la sua terza Olimpiade. Thomas Ceccon ha nuotato 52″84.

Incredibile anche Ariarne Titmus, autrice della seconda prestazione di sempre nei 400 sl: 3’56″90. L’australiana, campionessa mondiale in carica, ha fatto tremare fino a 350 metri (era a 34 centesimi) il mondiale dell’americana Katie Ledecky di 3’56″46, passando in 57231, 1’57″49 e 2’57″77. Dean Boxall, il coach, scatenato a bordo vasca come neanche Shane Tusup. Avviso alla Ledecky: questa Ariarne fa davvero paura. “Speravo che accadesse, è un tempo pazzesco. Il record? Magari a Tokyo” dirà Ariarne, che si è migliorata da 3’58″76 del titolo mondiale. Se Winnington è Indiana Jones, Arni la chiamano Terminator…E Tamsin Cook, mezzofondista tasmana, si prende il secondo pass in 4’04″10: fino a Lani Pallister e Moesha Johnson, tutte sotto il tempo limite di 4’07″10.

Grande qualità, infine, anche nei 200 sl vinti dall’olimpionico dei 100 sl, Kyle Chalmers, già campione nazionale, che ha ribadito di amare questa distanza nonché da due anni anche i 100 farfalla: è lui, appassionato di rugby australiano, la risposta all’americano Dressel in tutti i sensi. Chalmers ha vinto col brivido e staccato il pass olimpico in 1’45″48, sesto tempo stagionale mondiale: il nuovo padrone dei 400, Winington, si fa beffare al tocco in 1’45″55, terzo e fuori dalla gara individuale di un soffio a 1’45″70 (tempo limite 1’45″76), il diciannovenne Thomas Neill, mentre quarto è Alexandre Graham in 1’45″71, con Zac Incerti (inizialmente dato per squalificato ma confuso con Temple) precede al quinto posto Mack Horton, l’olimpionico estromesso dai 400. Sarà promosso essendo nei primi 6 per la 4×200 l’amico di Greg? Lewis e McLoughlin sono i grandi delusi.

L’Australia ha conquistato dieci medaglie in piscina ai Giochi di Rio 2016, eguagliando il bottino di Londra di quattro anni prima, ma ben al di sotto delle 20 conquistate a Pechino nel 2008. Ora lancia questa nuova generazione di fenomeni. It’s Tokyo time.

Risultati – Uomini, 200 sl  Chalmers 1’45″48, Winningto 1’45″55, Neil 1’45″70, Graham 1’45″71, Incerti 1’46″18,  Horton  1’46″33, Lewis 1’46″60, McLoughlin 1’46″80. 100 dorso Larkin 53″40, Cooper 53″49, Hollard 54″00, Woodward 54″13.

Donne, 400 sl Titmus 3’56″90 (r. Comm.), Cook 4’04″10, Melvertorn 4’04″78, Gough 4’05″60, Pallister 4’07″07, Johnson 4’07″08. 100 dorso K.McKeown 57″45 (r.m.), Seebohm, 58″59, O’Callaghan 58″86. 100 rana Hodges 1’05″99, Hansen 1’06″69, Strauch 1’06″96, Harkin 1’07″04.

 

Post in evidenza

LO SPORT IN MANI INCOMPETENTI

ASSURDO! JACOBS E TAMBERI FUORI DALLA NOMINATION DEGLI ATLETI DELL'ANNO Se dovessimo scegliere una foto simbolo per festeggiare questo 2...