lunedì 30 agosto 2021

VINI

I MIGLIORI BIANCHI SICILIANI

La Sicilia. Terra di sole, mare e natura, luogo verace dove l’Italia mostra la parte più ancestrale di sé: quella più autentica, mediterranea e carnale, tra paesaggi selvaggi e pezzi di storia, tra la potenziale furia distruttiva dell’Etna e la calma bellezza della Valle dei Templi. Non tutti sanno però che questa terra ha dato i natali ad alcuni tra i vini bianchi siciliani più buoni del nostro paese. La Sicilia possiede una grande varietà di cantine e vitigni, molte delle quali differenti tra loro come il giorno e la notte. I vini bianchi siciliani sono noti soprattutto per la loro differenziazione, che hanno reso questa terra una delle aree enologiche più famose a livello mondiale. Andiamo a vedere quali sono i vini e le etichette che bisogna assolutamente provare se si mette piede in questa magnifica terra.

Di colore dorato, l’Etna Bianco ‘A’ Puddara’ Tenuta di Fessina 2018 è un vino caldo, sapido, ed equilibrato, in grado di garantire anche all’enologo più esperto un perfetto equilibrio gustativo. Si tratta di uno dei migliori vini bianchi siciliani, che alle note di ginestra, timo, miele e frutta, aggiunge una nota finale in chiusura di pietra lavica. Ha una gradazione al 13%, e si gusta a una temperatura compresa tra i 10 e i 12 gradi, ed è consigliabile – una volta aperto – lasciarlo ‘respirare’ per almeno una mezzora prima di servirlo. Si accompagna perfettamente a tutti i piatti di pesce, dall’antipasto al secondo. 

Vecchio Samperi Marco De Bartoli

Di colore ambrato, brillante e luminoso, il Vecchio Samperi Marco De Bartoli è uno dei fiori all’occhiello dei vini bianchi siciliani pregiati. In bocca lascia un sapore di frutta secca, miele, e spezie orientali. È un vino corposo, intenso, secco e asciutto, che può essere lasciato riposare in cantina anche per dieci anni. Ha una gradazione piuttosto alta per essere un vino bianco (16,5%), ed è consigliato servirlo a una temperatura compresa tra 14 e 16 gradi. Perfetto da abbinare a formaggi stagionati.

Zibibbo Secco in Anfora ‘Serragghia’ Giotto Bini

Dalla gradazione leggera (12,73%), non poteva mancare in questa lista di migliori vini bianchi siciliani, lo Zibibbo. Abbiamo scelto per voi una delle etichette più pregiate di questa terra, ossia lo Zibibbo Secco in Anfora ‘Serragghia’ Giotto Bini 2019. È un vino la cui tecnica di affinamento prevede alcuni mesi in anfore interrate nel tufo a cielo aperto, e poi in bottiglia. Questo Zibibbo viene da agricoltura biologica e biodinamica, una garanzia per chi vuole che il prodotto acquistato sia realizzato rispettando la natura e le sue leggi. Ha un profumo ricco e aromatico, con note di fiori bianchi, mandorla e agrumi, e si presenta con un gusto fresco e dai finissimi tannini. Si consiglia di servirlo a una temperatura compresa tra 10 e 12 gradi, e di abbinarlo a pesce, carni bianche in umido, risotti ai frutti di mare e formaggi stagionati.

Catarratto Porta del Vento

Di colore giallo paglierino tendente all’oro, il Catarratto Porta del Vento è una delle etichette da non lasciarsi sfuggire se si fa un salto nella bellissima terra di Sicilia. Questo vino bianco siciliano ha una gradazione leggera, 13%, e ha un gradevole profumo di frutta gialla matura, timo e anice. Per quanto riguarda il sapore, il Catarratto Porta del Vento è un vino dal gusto fruttato, equilibrato, di corpo, fresco e ha una buona persistenza. Si serve preferibilmente a una temperatura compresa tra gli 8 e i 10 gradi, e non necessita di ossigenazione per aprirsi. Può essere lasciato riposare in cantina anche fino a tre anni. Questo vino si accompagna bene a uova, torta salate, pesce alla griglia, fritture e zuppe di pesce, e crostacei. 

Bianca di Valguarnera Duca di Salaparuta

Il ‘Bianca di Valguarnera’ Duca di Salaparuta è un vino bianco siciliano che viene realizzato con l’uva Inzolia. Affinato in barrique di rovere selezionato, viene lasciato lì a riposare per almeno otto mesi. Dal colore dorato, il profumo ricorda pesche, albicocche, erbe aromatiche, spezie, miele e vaniglia. Il sapore è invece elegante ed equilibrato, con una struttura decisa e persistente. Il ‘Bianca di Valguarnera’ Duca di Salaparuta è uno dei vini bianchi siciliani più pregiati: la gradazione è di 13,5%, e ben si adatta ad antipasti caldi di pesce, pesce alla griglia, carne bianca in umido, risotti ai frutti di mare e formaggi stagionati.

 

Post in evidenza

TUTTO ED IL CONTRARIO DI TUTTO

POST MUTO 🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦✔️✔️✔️✔️✔️✔️✔️✔️✔️✔️🤦🤦🤦🤦🤦