martedì 14 settembre 2021

ROBERT LEWANDOWSKI

IL SEGRETO DELLA SUA FORMA IN UNA DIETA INVERTITA DELLA MOGLIE

di Chiara Zucchelli (fonte Gazzetta dello Sport)

Tanto per iniziare la stagione in modo soft, Robert Lewandowski ha segnato 8 reti nelle prime 5 presenze con il Bayern. A 33 anni, compiuti da poco, sa perfettamente che per restare al top la cura dei dettagli è fondamentale, ammesso che poi siano davvero dettagli. Come racconta Il Times il segreto del suo benessere fisico è nella “dieta invertita”, cioè un‘alimentazione, suggerita da sua moglie personal trainer e nutrizionista, che inverte i pasti principali. Si inizia con il dolce, si evitano lattosio e frittura e anche il grano è consumato in quantità minime.

LA DIETA DI LEWA E SUA MOGLIE – La signora Anna da sempre collabora con il marito e il fisico asciutto dell’attaccante polacco è, anche, un suo merito. Si è laureata all’Accademia di educazione fisica di Varsavia ed è attualmente nutrizionista e personal trainer. Ha la sua attività principale in “Health Plan By Ann” , un canale di fitness di YouTube , e offre routine e piani nutrizionali attraverso il suo profilo Instagram. Con Robert, ovviamente, gioca in casa: la dieta vieta ogni tipo di fast food o fritto, latte vaccino o lattosio e farina di frumento. Alcool in quantità minime, giusto una birra quando c’è qualcosa da festeggiare. La particolarità di questa dieta invertita sta nei pasti che iniziano dalla fine, cioè dal dolce. In particolare un brownie al cacao puro fondente. Poi c’è il secondo, carne o pesce, e alla fine una zuppa o un’insalata. La pasta solo a pranzo, preceduta da un quadratino di cioccolato, sempre fondente. Questo per almeno sei giorni a settimana, mentre dopo le partite è consentito qualche vizio in più, come una pizza. Patatine fritte? Mai. Cucina polacca? Spesso, ma solo piatti non troppo conditi. E preceduti sempre da qualcosa di dolce, così Lewa può essere felice e il suo metabolismo anche.

 

Post in evidenza

NO GREEN PASS

UNA VERGOGNA TUTTA ITALIANA   🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦