lunedì 22 novembre 2021

LIONE - MARSIGLIA

SOSPESA DOPO 4 MINUTI PER UNA BOTTIGLIETTA D'ACQUA CHE COLPISCE PAYET

di Alessandro Gandesso (fonte Gazzetta dello Sport)

E' durata appena 4' la partita più attesa della 14ª giornata di Ligue 1. Lione-Marsiglia infatti è stata interrotta quando una bottiglietta lanciata dalla curva dei tifosi di casa ha colpito in testa il marsigliese Dimitri Payet che stava per calciare un corner. Il fantasista si è accasciato e poi è tornato come tutti gli altri giocatori di entrambe le squadre in spogliatoio, su ordine dell'arbitro Ruddy Buquet. Solo dopo un'ora e un quarto, alle 22.01, è stata annunciata l'intenzione di riprendere. Ma alle 22.42, altro messaggio dello speaker per formalizzare invece l'interruzione definitiva. Anche se le tribune in realtà erano già praticamente vuote.

Il posticipo della 14ª giornata di Ligue 1 tra Lione e Marsiglia dura soltanto 4': in procinto di battere un calcio d'angolo, Dimitri Payet è stato colpito alla testa da una bottiglietta lanciata dai tifosi di casa. L'arbitro ha prima sospeso la gara, quindi l'ha ufficialmente dichiarata conclusa. Guarda il video dell'episodio

ANNUNCI— Insomma, è stata una serata da dimenticare. A cominciare dal 4' quando un tifoso, sui 56mila presenti, ha lanciato una bottiglietta di plastica colpendo Payet. L'uomo è stato poi individuato e arrestato. Anche per questo, il presidente del Lione, Jean-Michel Aulas era convinto che si potesse riprendere in condizioni sicure. L'arbitro Buquet però era contrario, almeno da un punto di vista strettamente sportivo, come ha sottolineato il presidente del Marsiglia, Pablo Longoria, e lo stesso direttore di gara a fine serata. La decisione di tornare in campo, annunciata dopo un'ora e un quarto di attesa, però è stata presa anche per ragioni di ordine pubblico. Anche se in un tweet, alle 22.02, la Prefettura locale ha ricordato che la decisione spettava invece all'arbitro. Contraddetta però 20' da un comunicato della Lega che ricordava che invece a decidere sono Prefetto e club locale.

DECISIONI—Nel frattempo, i giocatori del Lione sono tornati in campo per riscaldarsi, per poi tornare di nuovo in spogliatoio, dopo una decina di minuti, visto che quelli del Marsiglia pretendevano che l'arbitro Buquet venisse a verificare le condizioni psicologiche di Payet, molto scosso dall'aggressione subita. E solo alle 22.42, è stata ufficializzata l'interruzione definitiva, anche se nel frattempo gran parte degli spettatori se n'erano già andati. Domani, ha precisato la Lega, la Commissione di disciplina si riunirà d'urgenza, anche perché si tratta del sesto episodio simile da inizio stagione in Ligue 1. A fine agosto, il Marsiglia aveva rifiutato di tornare in campo a Nizza, dopo che sempre Payet era stato preso di mira dagli ultrà locali. In attesa di eventuali sanzioni, la sola cosa certa è che stasera hanno perso tutti.

 

Post in evidenza

PIZZERIA DA CIRO

LA VERA PIZZA NAPOLETANA...DAL 1983 La vera pizza napoletana, un trasporto di emozioni, fatta di note e sapori da oltre  30  anni . Il mitic...