domenica 12 dicembre 2021

SUPER G ST.MORITZ

BRIGNONE DA SOGNO

(tratto dalla Gazzetta dello Sport)

È incontenibile Federica Brignone. Il successo nel superG di St. Moritz la proietta nella storia, con 17 vittorie è diventata l’azzurra più vincente superando Deborah Compagnoni: “È una vittoria che va al di là delle cifre statistiche, una delle più belle della mia carriera: sudata, voluta e cercata. Dopo il weekend di Lake Louise ci credevo, perché ho fatto delle belle gare anche se di solito non è una pista a me favorevole. Sono arrivata a St.Moritz cercando di fare un bel risultato, l’ultima volta arrivai seconda a un centesimo, credendoci tanto!”.

PIÙ DI DEBORAH—La Brignone ha rivelato i timori al cancelletto: “Quando hanno abbassato la partenza ero quasi preoccupata che la cancellassero! In partenza c’era incertezza e dopo la caduta della Gut, che sembra star bene fortunatamente, mantenere la concentrazione è stato anche più difficile. Ho attaccato il traguardo a tutta, mettendo tutto quello che avevo perché volevo essere veramente veloce”. E poi il pensiero è per la Compagnoni: “Battere il risultato di Deborah Compagnoni (che in carriera ha vinto 16 gare di Coppa) è incredibile anche perché lei aveva Mauro Sbardellotto, che è il mio skiman attuale, e penso sia una bellissima cosa che ci unisce. È stata una grande atleta e spero di continuare a vincere. Non sono sola, nel team Italia ci sono tante ragazze che possono vincere tanto come Sofia Goggia e Marta Bassino. Spero di continuare così dopo questo traguardo incredibile. È da questa estate che mi diverto, che mi diverto a far le gare, a sfidarmi e ad allenarmi di più, a rischiare la curva più velocemente, a far più fatica ritrovando così il piacere di fare tutto questo e sono contenta di non aver mollato e aver tenuto duro fino a oggi”.

 

Post in evidenza

IL LIBRO

IL PESO DELLA VERGOGNA In soli tre mesi Annabella è rimasta completamente orfana, perdendo prima i genitori, in un incidente stradale, e poi...