giovedì 20 gennaio 2022

SUCCHI DI FRUTTA

QUALI HANNO PIU' BENEFICI?

di Eugenio Spagnuolo (fonte Gazzetta dello Sport)

Succhi di frutta: croce e delizia della nostra alimentazione. Dissetanti e freschi, non piacciono troppo ai nutrizionisti che spesso li sconsigliano. Molto meglio – dicono – mangiare la frutta intera che contiene anche la preziosa fibra, che rallenta l’assorbimento dello zucchero. Senza contare che a volte i succhi sono ultraprocessati e dolcificati, il che li rende poco amici della linea. Certo, c’è succo e succo…

IL SUCCO DI FRUTTA CHE PIACE ALLA SCIENZA —Anzitutto dipende dalla preparazione: un succo di frutta preparato in casa o fresco (pastorizzato) è più sano e a volte anche utile: ci permette di aggiungere frutta alla nostra dieta, quando per abitudine non ne assumiamo a sufficienza. E poi alcuni succhi secondo la scienza hanno mostrato di avere dei reali benefici sul nostro organismo. Uno soprattutto: il succo di amarene.

SUCCO DI AMARENE E SPORT —Poco diffuso in Italia, da anni è ampiamente studiato per le sue salutari proprietà. Una meta-analisi di 10 studi pubblicata sul Journal of the American College of Nutrition ha rilevato, per esempio, che gli atleti che bevono succo di amarene (o estratto in polvere) da 7 giorni a 1,5 ore prima di gare di nuoto, ciclismo ad alta intensità e maratone migliorano le loro prestazioni di resistenza. I ricercatori attribuiscono il risultato all’elevata concentrazione di antociani, potenti antiossidanti che riducono l’infiammazione e migliorano il flusso sanguigno ai muscoli. Precedenti studi hanno anche dimostrato che le amarene riducono la perdita di forza e migliorano il recupero muscolare dopo un intenso esercizio fisico.

UN AIUTO PER LA PRESSIONE —Non solo. Altri studi hanno rivelato, per esempio, che le amarene possono aiutare ad abbassare la pressione sanguigna e ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e ictus grazie alla loro abbondanza di nutrienti come i polifenoli e il potassio.

AMARENE AMICHE DEL SONNO —Ma bere un po’ di succo di amarene potrebbe favorire anche chi soffre di insonnia. Alcune ricerche sulla popolazione anziana, che tende ad avere maggiori difficoltà con il sonno, hanno infatti confermato il potenziale beneficio delle amarene come un aiuto naturale per dormire. Una delle sostanze fitochimiche abbondanti che si trovano nel succo di amarena è la melatonina, l’ormone che regola il nostro ciclo sonno-veglia.

SUCCO DI AMARENE CONTRO L’ARTRITE AL GINOCCHIO —Last but not least, il succo di amarene sembrerebbe avere anche effetto sul dolore al ginocchio: alcuni ricercatori hanno fatto bere a 66 adulti affetti da artrite del ginocchio 0,5 l di succo di amarene ogni giorno per 4 mesi e quindi hanno valutato il loro dolore, rigidità e bio-marcatori plasmatici della cartilagine. Lo studio pubblicato su Current Developments in Nutrition ha rilevato che il consumo quotidiano di succo di amarene migliorerebbe significativamente tutti i sintomi dell’artrite. Non è tutto: altri studi hanno dimostrato che bere 0,5 l di succo di amarene per sei settimane comporterebbe una marcata diminuzione della proteina C-reattiva (CRP), un marker di infiammazione. Certo, prima di gridare al miracolo servono altre ricerche. Ma i risultati sembrano promettenti: chi l’avrebbe detto che un bicchiere di succo di frutta potesse avere tanti benefici?

 

Post in evidenza

MASTER CHEF

CROQUE MONSIEUR ALLA FRANCESE Il croque monsieur alla francese è un sandwich grigliato realizzato con prosciutto e formaggio. È abbastanza s...