domenica 16 gennaio 2022

TEMPESTICAMENTE

SECONDO ALBUM DI FOLCAST

Folcast torna sulla scena musicale con "Tempisticamente" (prodotto da Tommaso Colliva) a cinque anni di distanza dal debutto con "Quess". L'album, uscito il 14 gennaio, è un progetto discografico in cui il cantautore romano ha messo in musica il suo vissuto, dominato da rapporto complicato con il tempo. "Io sono sempre in lotta con la tempistica, nel tempo mi ci perdo ed è una cosa che mi affascina molto".

Partiamo dal titolo "Tempisticamente", cosa significa?

Io sono sempre in lotta con la tempistica, nel tempo mi ci perdo ed è una cosa che mi affascina molto. Non c'è una vera traduzione di questo termine, che non esiste nella lingua italiana, ma mi suonava bene. E' una parola nuova, così come i brani che compongono il disco.

Il 14 gennaio insieme al disco è uscito "Cosa ci faccio qui" feat. Davide Shorty. Perché l'hai scelto come biglietto da visita?

E' il brano che si sposa meglio con il concept del disco, come le domande che mi pongo. Io e Davide Shorty ci siamo ritrovati molte volte a chiederci 'Cosa ci faccio qui?'. Senza voler essere snob, abbiamo influenze che si discostano dalla scena italiana attuale. Mi piace la scena italiana, ma anche tante altre cose che arrivano da tutte le parti del mondo.

Davide Shorty non è l'unica collaborazione...

Come con Davide, anche con Roy Paci la collaborazione è nata dalla reciproca stima. Eravamo in contatto da tempo, poi l'anno scorso ci siamo incontrati a Sanremo ed è stato amore a prima vista. In studio, registrando "Senti che musica" con i Selton, abbiamo capito che era il momento giusto per la collaborazione. Anche la versione live di "Scopriti" con Rodrigo D’Erasmo mi ha pienamente soddisfatto, è più intima e diretta.

Per la copertina hai scelto un'immagine astratta, come mai?

E' un lavoro grafico del mio amico fraterno Daniele Brusca, ispirato a "Su bianco" di Kandinsky. E' un'opera astratta che racchiudere quello che rimane dentro dalle canzoni: parole, frasi, impressioni e suoni. E' uno specchio dell'album, che mette insieme pezzi del mio vissuto. Emozioni e sensazioni che sono condivisibili dal mio pubblico

Ad aprile partirai in tour nei club. Ci puoi anticipare qualcosa?

E' un tour molto dinamico. Oltre al materiale nuovo di "Tempisticamente" ripescherò anche cose più vecchie e le riadatterò. Ci stiamo lavorando visto che manca ancora qualche mese. Speriamo innanzitutto di riuscire a farlo, per ora la certezza c'è.

Con te ci sarà anche la band...

E' diversi anni che non suoniamo insieme, diversi anni, e siamo molto carichi. Non vediamo l'ora di salire sul palco e metterci alla prova, vedere come ci muoviamo dopo tanto tempo. Sono molto curioso...

Qual è il tuo bilancio del 2021 e cosa ti auguri per il 2022?

Il mio 2021, nonostante il periodo complicato, è stato comunque molto positivo. Mi rendo conto che ho fatto cose che per molti altri erano complicate: uscire di casa e andare a fare quello che amo di più. Per il 2022 mi auguro sia all'altezza di quello passato. In questi due anni poi in ambito musicale ci sono state molte false partenze, per il 2022 spero che ci possa essere una ripresa a pieno regime.

 Tracklist di "Tempisticamente":

Come no

Cosa ci faccio qui (feat. Davide Shorty)

Scopriti,

Tempisticamente,

Senti che musica (feat. Roy Paci),

Lifting,

Emisfero,

Scopriti (Acoustic Session feat. Rodrigo D’Erasmo)

Prime date del "Live Club Tour":

01 aprile, Smav – SANTA MARIA A VICO (CE)

02 aprile, Mercato Nuovo – TARANTO

14 aprile, Locomotiv – BOLOGNA

15 aprile, New Age – RONCADE (TV)

16 aprile, Spazio 211 – TORINO

27 aprile, Magnolia – MILANO

28 aprile, Dejavu – SANT’EGIDIO DELLA VIBRATA (TE)

29 aprile, Largo Venue – ROMA

30 aprile, Sala Vanni – FIRENZE

 

Post in evidenza

LIGUE 2

AJACCIO “CORTO MUSO” ALLA FRANCESE La squadra di Pantaloni ha realizzato 39 reti in 38 giornate, undicesimo attacco del campionato, ma sono ...