mercoledì 11 maggio 2022

PULITZER 2022

AL WASHINGTON POST LA NEDAGLIA D'ORO

Come ogni anno, dal 1917, la Columbia University di New York ha assegnato il premio Pulitzer ai principali protagonisti di giornalismo, letteratura, musica e teatro. La cerimonia di quest'anno è stata dominata da temi di attualità come il conflitto in Ucraina, ma non solo. Spazio anche ai professionisti impegnati ogni giorno a fare chiarezza su tematiche vicine ai cittadini come sanità, sicurezza e ambiente. La medaglia d'oro al Servizio Pubblico è andata al Washington Post per il reportage sull'assalto al Palazzo del Congresso, del 6 gennaio 2021, ad opera dei sostenitori dell'allora presidente Donald Trump. Tre premi se li è aggiudicati il New York Times e, per la prima volta, un riconoscimento è andato all'Insider. Menzione particolare ai giornalisti ucraini per il coraggio mostrato nel documentare le atrocità del conflitto nato dopo l'invasione russa.

Il NYT domina la cronaca - Madison Hopkins, della ong Better Government Association, e Cecilia Reyes, del Chicago Tribune, sono state premiate nella categoria Cronaca Locale per un'inchiesta sul mancato rispetto delle norme antincendio nei palazzi residenziali di Chicago. La redazione del New York Times si è aggiudicata tre premi in altrettante categorie: Cronaca Nazionale, con una inchiesta sui controversi controlli stradali della Polizia che hanno portato all’uccisione di circa 400 persone disarmate; Cronaca Internazionale, grazie al contributo di Azmat Khan che ha documentato gli errori e gli insabbiamenti dell'esercito americano durante i bombardamenti in Iraq; infine Critica con gli articoli di Salamishah Tillet in merito alla cultura pop della comunità afroamericana.

Opinioni, Editoriali e Approfondimenti - Jennifer Senior, della testata Atlantic, è stata insignita del premio nella categoria Storie e Approfondimenti per un articolo pubblicato in occasione dei vent'anni dall'attacco terroristico alle Torri Gemelle. Lisa Falkenberg, Michael Lindenberger, Joe Holley e Luis Carrasco dello Houston Chronicle sono stati premiati nella categoria Editoriali per i loro contributi nei quali accusano i Repubblicani di aver limitato il diritto di voto nello stato del Texas. Nella categoria Opinioni spazio a Melinda Henneberger, del Kansas City Star, per una serie di articoli sugli abusi sessuali commessi da un poliziotto locale. Futuro Media e PRX hanno primeggiato nella categoria Produzioni audio con Suave, un podcast incentrato su un uomo che torna assapora la libertà dopo aver passato 30 anni in una cella di prigione della Pennisylvania.

Reportage, Fotoreportage e Fumetto - Fahmida Azim, Anthony Del Col, Josh Adams e Walt Hickey, tutti giornalisti dell'Insider, hanno ricevuto il premio alla miglior Fumetto con le vignette di una ragazza sopravvissuta a un campo di rieducazione per uiguri, gestito dal governo cinese. Fotografia di una ultim'ora: sono stati premiati Marcus Yam (Los Angeles Times) per aver documentato la ritirata degli Stati Uniti dall’Afghanistan; Win McNamee, Drew Angerer, Spencer Platt, Samuel Corum e Jon Cherry, (agenzia Getty Images) per le fotografie scattate durante l'attacco a Capitol Hill, il Congresso statunitense, del 6 gennaio 2021. Infine Adnan Abidi, Sanna Irshad Mattoo, Amid Dave e Danish Siddiqui, giornalisti dell’agenzia inglese Reuters, per il loro Fotoreportage sulle conseguenze della pandemia in territorio indiano.

Poesia, Musica e Teatro - Nelle sette categorie dedicate a letteratura, musica e teatro, i riconoscimenti sono andati ad Andrea Elliott, giornalista del New York Times, per il suo "Invisible Child" nella categoria Saggistica; Joshua Cohen nella categoria Racconti per il tanto acclamato "The Netanyahus", che racconta la visita in America di Benzion Netanyahu, padre dell'ex primo ministro israeliano Benjamin. "Cuba: An American History" di Ada Ferrer è stata premiata nella categoria Storiografia, mentre "Chasing Me to My Grave", un’autobiografia dell’artista Winfred Rembert messa insieme dalla filosofa Erin I. Kelly, ha ricevuto il riconoscimento nell'omonima categoria. La poetessa statunitense Diane Seuss ha primeggiato nella categoria Poesia con la raccolta "Franks: sonnets"; Raven Chacon ha vinto il premio Musica con la composizione “Voiceless Mass” e James Ijames ha conquistato il premio di categoria Teatro con l'opera teatrale "Fat Ham".

 

 

Post in evidenza

NON SOLO SPORT

LE T-SHIRT DA URLO!!! Anche la mitica Erika Basso indossa la nostra t-shirt. Non solo sport un marchio una garanzia di successo 🔝💥✔️☘️💪