venerdì 13 maggio 2022

UOVA AL TEGAMINO

ECCO IL SEGRETO

La cucina richiede impegno e, anche quando si tratta di ricette semplici, può capitare di inciampare in errori. Così, scoprire qualche trucco dei grandi chef rendere più semplice stare ai fornelli e renderci sicuri di portare a tavola un piatto prelibato. È il caso delle uova al tegamino, una preparazione basilare sulla carta ma che può diventare davvero gustosissima con le attenzioni giuste. A svelare un piccolo segreto nella cottura è chef Carlo Cracco che ha fatto proprio dell’uovo uno degli ingredienti principe della sua cucina. Per ottenere un uovo al tegamino a regola d’arte occorre intanto badare alla qualità delle materie prime. Freschezza e origine delle nostre uova, dunque, sono i primi aspetti da verificare per essere certi che il nostro piatto sia salutare. Controlliamo sempre, per esempio, la scadenza in etichetta e la provenienza, preferendo ove possibile il chilometro zero. Favoriremo, in questo modo, i produttori locali.

Quindi, chef Cracco consiglia di scegliere la padella giusta, che abbia le dimensioni corrette per cucinare un uovo. Poi, si legge ancora su La Cucina Italiana, si procede a scaldare la pentole sciogliendovi lentamente una noce di burro. A questo punto il trucco inaspettato riguarda il sale che va messo sul fondo e non sopra. Il motivo? Mettere il sale sopra le uova, infatti, rischia di macchiare il tuorlo compromettendone l’aspetto finale. Un dettaglio da chef, insomma, che premia anche chi sta ai fornelli di casa. Una volta che la pentola è calda a sufficienza, la si allontana dal fuoco e si procede versandovi l’uovo sgusciato. La cottura dovrebbe durare solo un minuto, così da mantenere la morbidezza degli ingredienti. Quindi, si lascia scivolare il tutto sul piatto ed è pronto per essere servito a tavola magari con l’aggiunta di un pizzico di pepe se accompagnato dalla pancetta (in questo caso non servirà il burro).

 

Post in evidenza

PETANQUE

VOLA L'ITALIA: ORO, ARGENTO E BRONZO AI MONDIALI di Giuseppe Formato (fonte Gazzetta dello Sport) Un oro, un argento e un bronzo: questo...