venerdì 17 giugno 2022

BASKET SERIE A

LA VIRTUS BOLOGNA SUPERA MILANO IN GARA 5 E TIENE VIVA LA SPERANZA

di Mario Canfora (fonte Gazzetta dello Sport)

Con la tensione giusta, senza mai crollare nei momenti topici del match: Bologna c’è, vince 84-78 e va sotto 2-3 nella serie contro Milano garantendosi così gara-6, sabato sera al Forum. Un successo alla fine meritato dalla Virtus, con uno straordinario Jaiteh (17 punti, tutti nella prima parte di gara, e 13 rimbalzi col 100% al tiro), nonostante qualche calo generale nell’ultimo quarto che poteva costare caro.

CHE INIZIO —Il 42-37 dell’intervallo lungo va più che bene a Milano, vicina al tracollo dopo appena 7’. Il tabellone indica 21-8 per i padroni casa dominanti soprattutto con Jaiteh che nè Melli nè Datome riescono ad arginare, Alibegovic fallisce la tripla del possibile +16, alla fine il primo quarto si chiude sul 25-12. Tutti i punti bolognesi sono nei pressi dell’anello, allora Milano capisce che bisogna evitare i rifornimenti sotto, mentre Rodriguez si mette in proprio per rosicchiare qualcosa. Il 10-0 di break Olimpia con una tripla di Hall porta il -4 (28-24) in appena 3’ di gioco. Insomma, Milano rientra subito anche se non riesce proprio ad arginare Jaiteh (17 punti con 8/8 da 2 al 20’, 1/2 nei liberi e 9 rimbalzi). C’è un po’ di baruffa tra Grant e Weems, arriva l’antisportivo per i due ma la peggio l’ha il bolognese che raggiunge il terzo fallo. Piace Melli (10 punti), meno Shields (2 punti con 0/5 in 14’), mentre la Segafredo sceglie di fatto di non fare affidamento sul tiro da tre (1/5, tripla di Cordinier) e si ritrova con un Belinelli da virgola in 13’. E Shengelia? Appena 4 punti, quasi si nasconde.

FOTOCOPIA —L’inizio della ripresa sembra la fotocopia dei primissimi secondi: canestri facili per Bologna, con Milano che fatica in particolar modo in difesa. Hackett ne segna quattro di fila, Cordinier piazza il +11 (50-39) dopo appena due minuti. Messina stoppa l’onda bianconera con un time-out. Prima sembra non riuscirci (arriva di nuovo il +13 Virtus con Shengelia che sbaglia il libero del possibile massimo vantaggio ma rischia di perdere Teodosic che esagera con le proteste e va vicinissimo all’espulsione per essere arrivato a contatto con Lanzarini), poi l’Olimpia (Bentil 4 falli) con Rodriguez, Melli, Hines e Grant arriva sul 57-54 a -2’46” dalla fine della terza frazione che si chiuderà poi sul 62-58 grazie alla prima tripla della serata di Belinelli.

ULTIMI 10’— Grant piazza un gioco da 4 punti clamoroso che fa prima pareggiare i suoi sul 62, poi un pasticcio di Pajola consente ad Hines di portare Milano avanti per la prima volta nella serata: 62-64. Si va avanti punto a punto, il match è davvero intenso. Rodriguez ne mette 5 di fila (70-72), Teodosic sorpassa da 3 (73-72) a cinque minuti esatti dalla fine, ma un assist meraviglioso di Rodriguez per Hines significa il nuovo sorpasso: 74-75 a -3’40”. Sale la tensione, arriva ancora un tecnico (stavolta a Melli), Hines firma l’80-77 a due giri di lancette dalla sirena conclusiva. Cordinier schiaccia (82-77), Grant sbaglia da tre, Teodosic perde palla ma Shengelia piazza uno stoppatone a Shields (serata da dimenticare, 0/5 da 2 e 0/3 da 3). Non è finita, dopo un altro attacco bolognese fallito, ancora Shields si procura due liberi subendo fallo, il quinto, da Shengelia: 1/2, 82-78, timeout a -24”. Bologna non fa sciocchezze, mantiene i nervi saldi, finisce 84-78. E sabato si ritorna al Forum, con Milano che potrà sfruttare un altro match point, stavolta davanti al pubblico amico.

 

Post in evidenza

IPPICA E TROTTO

PARIGI DIVENTA CASA ITALIA Prestigiosa doppietta dei trottatori italiani sulla pista nera di Parigi-Vincennes , il tracciato più bello del m...