giovedì 30 giugno 2022

PALERMO

UN VIDEOGIOCO FA RISCOPRIRE I SITI ARCHEOLOGICI PIÙ BELLI DELLA SICILIA

Non esiste esperienza più appagante del poter viaggiare e scoprire luoghi, usi e tradizioni dei numerosi paesi in giro per il pianeta. Spesso, però, ci si dimentica che nel nostro Paese esistono realtà e location magnifiche che affondano la propria storia nei secoli. Tra queste, tesoro inestimabile della penisola italiana è certamente la Sicilia, che ha visto crescere la sua bellezza sin dai tempi della Magna Grecia e che adesso viene celebrata anche attraverso un videogioco che porta i giocatori alla scoperta dei siti più belli dell’isola, in un viaggio tra passato e presente: Augustus.

Il progetto che prende il nome dal celebre imperatore romano, creato grazie a una partnership finanziata con i fondi POFESR Azione 1.1.5, in collaborazione con ETT Spa, Red Raion e l’Università degli Studi di Palermo, è stato presentato lo scorso 27 giugno presso la facoltà di Economia dell’ateneo siciliano.

L’intento è quello di promuovere le bellezze dell’isola, coinvolgendo i giocatori in un’esperienza interattiva che possa portarli alla scoperta e all’importanza della conservazione dei beni culturali. "Avevamo già collaborato con ETT e quando ci hanno proposto di prendere parte al progetto AUGuSTUS abbiamo subito dato la nostra disponibilità, consapevoli che questo strumento, decisamente innovativo, rende maggiormente fruibile il nostro patrimonio", afferma il direttore del Parco archeologico di Morgantina e della Villa Romana del Casale Liborio Calascibetta.

 Augustus si sviluppa infatti attraverso quattro delle location più rappresentative della Sicilia: il Parco Archeologico della Valle dei Templi di Agrigento, il Parco Archeologici di Taormina e Giardini Naxos, il Parco Archeologico di Morgantina e della Villa Romana del Casale e il Complesso Monumentale di Santa Caterina a Palermo.

Mentre sono intenti a risolvere enigmi, minigiochi e misteri, i giocatori potranno conoscere la storia di questi luoghi attraverso una serie di punti d'interesse, viaggiando inoltre tra il presente e il passato e aiutando proprio l’imperatore Augusto a ricostruire la sua Camera Mirabilia nonché a collezionare una serie di oggetti d'inestimabile valore storico.

 “Siamo entusiasti di partecipare al Progetto AUGuSTUS che con il linguaggio dei videogames arricchisce l’esperienza di conoscenza di Taormina e Naxos da parte dei viaggiatori più giovani e più stimolati dalle novità tecnologiche”, ha affermato Gabriella Tigano, direttrice del Parco Archeologico Naxos Taormina.


 

Post in evidenza

AMARCORD

JUVENTUS SUL TETTO DEL MONDO   Oggi 26 anni fa … campioni del mondo. Superato il RIVER PLATE con rete di Del Piero .