sabato 9 luglio 2022

EUROPEI FEMMINILI

DOMENICA IL DEBUTTO DELLE AZZURRE CONTRO LA FORTISSIMA FRANCIA

di Marco Calabresi( fonte Gazzetta dello sport)

Il 20 gennaio 2018, quando la Nazionale femminile scese in campo al Vélodrome di Marsiglia per un'amichevole, Cristiana Girelli non era ancora una giocatrice della Juventus. Era al Brescia, sarebbe diventata bianconera alla fine di quella stagione, un anno più tardi rispetto alle altre: segnò lei contro la Francia, finì 1-1, e per l'Italia che si stava ancora strutturando fu un grande risultato.

Domenica sera, Cristiana e la Nazionale ci riproveranno, in una partita che varrà già tantissimo: a Rotherham, l'esordio all'Europeo è anche l'impegno più difficile, visto che la Francia è la terza squadra del mondo per ranking e che i due blocchi che la compongono sono formati dalle campionesse d'Europa del Lione e dal Psg, arrivato fino alla semifinale persa proprio contro l'OL. Anche l'Italia, però, ha un blocco monolitico, da nove juventine, che il Lione lo hanno battuto anche se solo nella gara di andata dei quarti di finale.

La Francia è nel destino di Girelli: a Marsiglia fece gol, in Francia al Mondiale del 2019 si affacciò al grande calcio internazionale, con tre gol, tutti alla Giamaica. “Rispetto al 2019 sono cambiate tante cose - dice -. E' invece rimasta immutata la nostra voglia di lottare e stupire, sento che ho ancora tanta voglia di migliorare e gioire indossando questa maglia speciale. Una cosa è certa: vogliamo rendere orgogliosi i nostri connazionali”.

CIFRA TONDA—   Quella di domenica (ore 21 italiane, diretta Rai1 e Sky) sarà la 50esima presenza sotto la gestione Bertolini per Girelli, che in questo arco di tempo e di partite ha segnato 35 gol. “La Francia è fortissima, hanno calciatrici talentuose in ogni ruolo ed è quindi inutile concentrarsi sulle loro individualità - ancora Cristiana -. Dovremo essere umili e giocare con intelligenza. Sulla carta sono le favorite del girone, ma noi ci siamo guadagnate il rispetto di tutte le avversarie grazie ai risultati ottenuti negli ultimi anni, quindi sappiamo di potercela giocare alla pari anche con loro. Siamo dove vogliamo essere, ma non ci accontentiamo, sta a noi rendere indimenticabile questo viaggio”.

LA DEBUTTANTE—   Se Girelli è una veterana, Lucia Di Guglielmo sarà alla sua prima competizione internazionale. Nel 2019 giocava nell'Empoli, difficilmente si sarebbe potuta aspettare di vivere un'avventura così. Tutta meritata, vista l'ottima stagione con la maglia della Roma: “Essere qui è un sogno che si avvera, sono felice di essere riuscita a realizzarlo e mi auguro di continuare a sognare a lungo - le parole del terzino -. Sto cercando di farmi trascinare dal clima che si respira nella squadra e di trovare il giusto equilibrio tra emozione e razionalità. Non ci si abitua mai ad indossare questi colori, è sempre come fosse la prima volta, sono sicura che se scenderò in campo rivivrò tutte le sensazioni che porto con me da quando ho iniziato a giocare a calcio”. Domani il trasferimento a Rotherham, domenica il debutto: sale la febbre azzurra.


 

Post in evidenza

CAFFE' QUANTO MI COSTI?

IL PREZZO POTREBBE ANCHE AUMENTARE "Costa meno di un caffè. Meno di un euro". Quante volte lo abbiamo detto e sentito, ma presto q...