sabato 2 luglio 2022

GIOCHI DEL MEDITERRANEO

PUGILATO PIOGGIA DI MEDAGLIE

di Chiara Soldi (fonte Gazzetta dello sport)

L’Italia continua a raccogliere successi ai Giochi del Mediterraneo di Orano, in Algeria. Con 25 medaglie (12 ori, 9 argenti e 4 bronzi) conquistate nella sola giornata di oggi, l’Italia sale a quota 24 ori, 32 argenti, 25 bronzi per un momentaneo secondo posto nel medagliere dietro alla Turchia. Ecco il recap

PUGILATO—  Pioggia di medaglie dal pugilato azzurro. Abbes Mouhiidine domina la finale dei 91kg sull’algerino Hamani per 3-0 (split decision): il campione europeo in carica gioca, si diverte e fa divertire in un match senza storia. Ma ad aprire le danze ci pensa Giordana Sorrentino, che nei 50kg batte 3-0 (30-27; 30-27;30-18) la francese Moullai dimostrando una grande tenuta in un incontro senza esclusione di colpi. “Caterpillar” Federico Emilio Serra vince nei 52 kg mandando ko il marocchino Mortaji in poco più di un minuto: una serie di colpi ben assestati portano l’avversario a non essere più in grado di continuare e l’arbitro ad interrompere il match. Argento per Assunta Canfora nei 63 kg, superata dall’algerina Imane Khelife per 3-0 (27-30; 26-30; 25-30). Così come per Gianluigi Malanga nei 63 kg, anche lui opposto a un algerino, Yahia Abdelli: il match è stato interrotto al secondo round per una ferita al sopracciglio. Abdelli, avendo vinto il primo round (29-28) ottiene la vittoria dell’incontro. A chiudere la giornata sul ring, l’argento di Vincenzo Fiaschetti nei +91 kg, che si è dovuto arrendere all’egiziano Yousry Hafez.


ATLETICA—   Doppia medaglia d’oro nell’atletica con le staffette 4x100 maschile e femminile. Andrea Federici, Matteo Melluzzo, Diego Aldo Pettorossi e Roberto Rigali dominano in 38”95 davanti alla Turchia, argento (38”98) e alla Francia. Irene Siragusa, Gloria Hooper, Aurora Berton e Johanelis Herrera Abreu vincono in 43”98 davanti a Francia (44”63) e Cipro (45”10).

NUOTO —   È di Sara Franceschi il primo oro del nuoto a Orano 2022: l’azzurra vince i 400 misti in 4’40”86 davanti alla turca Deniz Ertan (+0.11) e alla spagnola Alba Vazquez Ruiz (4’45”63). Argento per Matteo Rivolta, secondo nei 50 farfalla in 23.59 dietro al portoghese (23”38), e per Lorenzo Mora nei 100 dorso in 54”50 alle spalle del greco Evangelos Makrygiannis (54”35). Peccato per la staffetta 4x200 sl maschile: Mattia Zunin, Luca De Tullio, Filippo Meglio e Alessio Proietti Colonna chiudono davanti a tutti in 7’14”02, ma vengono poi squalificati per un cambio irregolare. L’oro va così alla Grecia.

ARCO—   Un oro, un argento e un bronzo per l'Italia del tiro con l'arco. A salire sul gradino più alto del podio è Federico Musolesi che, dopo aver vinto il derby in semifinale con il vice campione olimpico a Tokyo 2020 Mauro Nespoli, sigla l’impresa superando in finale l'olimpionico turco Mete Gazoz per 6-4. Per tutta la giornata si assiste a una sfida infinita con la Turchia. Nella prova a squadre il team azzurro femminile, composto da Tatiana Andreoli, Lucilla Boari e Chiara Rebagliati, cede alle turche Yasemin Anagoz, Ezgi Basaran e Gulnaz Coskun per 5-3. Così come nella prova a squadre mista, il super duo Lucilla Boari e Mauro Nespoli è costretto a lasciare l’oro in mani turche: Yasemin Anagoz e Mete Gazoz hanno la meglio per 5-3. Terzo argento di fila per il bronzo olimpico a Tokyo2020 Boari, sconfitta in finale dalla spagnola Leyre Fernandez Infante per 7-1 e ha preso il suo terzo argento di giornata. Bronzo invece per Nespoli, vincente sul francese Nicolas Bernardi per 7-3.

TENNIS —   Argento per Nuria Brancaccio. Dopo il bronzo conquistato nel doppio insieme a , non riesce ad avere la meglio sulla spagnola Guiomar Maristany Zuleta nella finale del singolare. L’azzurra, dopo un primo set di marca spagnola, era riuscita a strappare il secondo dopo il 5-5. L’incontro si è concluso 2-1 (2-6; 7-5; 2-6).

JUDO—   Medaglia di bronzo per Lorenzo Agro Sylvain: nei +100 kg supera per ippon il marocchino Zouhair Esseryry. In precedenza l’azzurro aveva battuto prima il greco Papanikolaou con Waza-ari, poi nei quarti di finale il tunisino Hdiouech per Ippon (10-0), prima di trovare lo stop in semifinale per mano dello sloveno Dragic per ippon.

TIRO A SEGNO—   Prima medaglia del tiro a segno a Orano. A conquistarla è Luca Tesconi nella pistola aria compressa, bronzo con 247.4. Quarto Federico Nilo Maldini con 247.3.


 

Post in evidenza

OLTRE OGNI BARRIERA

IL MAGAZINE PIÙ SEGUITO NELL’ULTIMO MESE Entra a far parte della community più bella d’Europa. Collaborazioni gadget e pubblicità. Segui e f...