venerdì 29 luglio 2022

GTA 6 PUNTA SU LIVE SERVICE

UNA ROCKSTAR FEMMINILE LA PROTAGONISTA

C'è aria di cambiamento in casa Rockstar Games, la software house autrice di uno dei franchise più popolari dell'industria videoludica: Grand Theft Auto. In un corposo report proposto sulle pagine di Bloomberg dal giornalista Jason Schreier, sono arrivati i primi dettagli concreti sul nuovo capitolo della saga, GTA 6, che a detta del noto reporter includerà la prima protagonista femminile dai tempi dell'episodio originale. Conosciuto con il nome in codice di "Project Americas", Grand Theft Auto VI rappresenta il videogioco più ambizioso di sempre per lo studio, che nei piani iniziali aveva tutta l'intenzione di inserire un'ambientazione estesa tra Nord America e Sud America ma che, in seguito a una serie di problematiche riscontrate durante lo sviluppo, ha deciso poi di "accontentarsi" realizzando una città che si preannuncia la più vasta mai apparsa nella saga.

La nuova ambientazione includerà non soltanto la personale reinterpretazione di Rockstar della città di Miami e dintorni, ma anche la possibilità di esplorare gli interni degli edifici, dei condomini e dei locali commerciali in modo sensibilmente maggiore rispetto al passato. La città del sesto episodio principale di GTA, tuttavia, non sarà l'unica ambientazione che i giocatori potranno scoprire lungo il cammino: la software house ha infatti in programma di abbracciare un modello "live service" che, oltre a evitare che il team di sviluppo debba fronteggiare il temuto crunch per completare lo sviluppo entro la data prefissata per il debutto sul mercato, consentirà alla società di aggiungere nuovi scenari e città nei mesi e anni successivi per espandere continuamente l'esperienza di gioco, un po' come succede da tempo su GTA Online. Dopo l'esperimento di Grand Theft Auto V, Rockstar avrebbe deciso di replicare l'idea di protagonisti multipli mettendo i giocatori al comando di due personaggi giocabili: al momento, è stata confermare la presenza di una protagonista femminile, una donna latina con una certa esperienza nel rapinare banche. Insieme al suo socio, l'altra faccia di un duo chiaramente ispirato a Bonnie e Clyde, i giocatori dovranno affrontare un'avventura inedita che, rispetto al passato, proverà a ridurre il numero di battute contro le minoranze e di scene potenzialmente offensive, nell'ottica di offrire una sceneggiatura più in linea con l'idea di "politically correct".

Proprio tale decisione fa parte di un processo più ampio che Rockstar Games sta affrontando ormai da anni nel tentativo di creare un ambiente di lavoro più inclusivo e sicuro nei confronti dei suoi dipendenti. Resta da capire quanto questa nuova politica aziendale influenzerà la narrazione di un franchise che da sempre si è distinto per il suo stile sopra le righe. Di sicuro, l'uscita di Grand Theft Auto VI non sembra essere imminente: Rockstar Games starebbe affrontando alcune difficoltà nel rispettare la visione ambiziosa del team, e secondo il report di Bloomberg potrebbero essere necessari ancora due anni prima dell'effettivo esordio sul mercato del gioco. In tal senso, è lecito attendersi una presentazione più dettagliata da parte di Rockstar nel corso del prossimo anno, quando un primo teaser trailer potrebbe finalmente confermare le voci che vorrebbero un ritorno in grande stile in quel di Vice City dopo il capitolo lanciato su PS2 nel 2022.

 

Post in evidenza

UNA VERGOGNA TUTTA ITALIANA

A CASA!!! A CASA!!!! 🤬🤬🤬🤬🤬🤬🤬🤬🤬🤬🤬🤬🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🧐🧐🧐🧐🧐🧐🧐🧐...