sabato 16 luglio 2022

RUGBY UNDER 20

L'ITALIA SUPERA DI NUOVO L'INGHILTERRA

di Francesco Maria Cernetti (fonte Gazzetta dello Sport)

Non chiamatela più impresa. L’Italia under 20 sconfigge l’Inghilterra per 38-31 nella finale per il terzo/quarto posto della Six Nations Summer Series. Secondo trionfo consecutivo per gli azzurrini di Massimo Brunello contro gli inglesi, confermando ancora una volta gli enormi progressi di un gruppo che lascia ben sperare per il futuro del movimento italiano. Protagonisti tutti e 26 gli atleti a roster per l’occasione, ma una grande nota di merito va alla “solita” mischia, dominante dall’inizio alla fine contro il pacchetto inglese.

PRIMO TEMPO—L’avvio sorride agli azzurrini, che dopo aver vinto in maniera netta la seconda mischia del match ottengono un calcio a favore: Teneggi realizza senza problemi il 3-0 per l’Italia. L’Inghilterra reagisce subito sfruttando appieno il gioco al piede di Harris; l’Italia regge il confronto in maul ma Carr-Smith trova un buco nella guardia azzurra, siglando la prima meta del confronto sotto i pali. Il primo cartellino del match arriva al 13’, Cuoghi prova a servire Passarella ma Walsh si intromette in maniera irregolare: meta tecnica e nuovo vantaggio tricolore. Tuttavia l’inferiorità numerica non abbatte gli inglesi, anzi, nel giro di due minuti trovano due segnature pesanti: la prima con Fletcher sugli sviluppi di maul, la seconda sfruttando l’incertezza di Pani e Lavorenti nel raccogliere un calcio dalla base, con Stephens pronto ad approfittarne per il 10-19 in favore della selezione inglese. A reagire questa volta è l’Italia, ancora una volta grazie al lavoro degli avanti: cambia il tallonatore ma non cambia il risultato, con Scramoncin che sfonda la resistenza avversaria per il 17-19 al 21’. Dieci giri di lancette più tardi, il controsorpasso definitivo: gli azzurrini sviluppano in velocità sulla sinistra mettendo in difficoltà gli avversari, Cuoghi imbecca l’accorrente Vintcent per la meta del 22-19. L’Inghilterra torna prepotentemente dentro i 22 dell’Italia ma la difesa regge ottimamente e, sul capovolgimento di fronte, sono ancora gli azzurrini a punire, per l’ennesima volta da gioco statico: l’ovale sfugge a Teneggi ma Lazzarin è il più rapido ad approfittarne, infilandosi tra due avversari e schiacciando il 29-17, trasformato da Teneggi a tempo ormai scaduto.

SECONDO TEMPO—   Nella ripresa la storia non cambia, anzi. L’Italia allunga prima con il piazzato di Teneggi, poi con il drop di Pani che, forte del vantaggio, non ha esitato nel calciare verso i pali. Il giallo ai danni di Pani al 50’ sembra poter cambiare l’inerzia, complice la meta trovata dal capitano dell’Inghilterra Ilione che accorcia sul 24-35, ma la squadra di Massimo Brunello è brava nel riordinare prontamente le idee, nonostante i due errori al piede di Teneggi non permettano all’Italia di ampliare ulteriormente il divario. Afa e cambi rallentano il ritmo, prima dell’accelerazione inglese nell’ultimo quarto di gioco: la meta di Lockett trasformata da Harris riporta l’Inghilterra sotto il break sul 31-35, riaprendo completamente ogni discorso. Brunello cambia la regia, ma anche Sante sbaglia un calcio di vitale importanza al 72’; tuttavia, gli ospiti si lasciano prendere dalla frenesia, lasciando possesso e territorio nelle mani dell’Italia, abile nel trarre vantaggio dalle situazioni di gioco statiche per far girare le lancette. Al 79’ Sante rimedia all’errore precedente, mettendo un piazzato che fa esplodere Monigo. L’Inghilterra prova a recuperare l’ovale con un calcio corto, ma è troppo tardi. Festeggiano gli azzurrini, che lanciano in aria Massimo Brunello per festeggiare una vittoria che apre scenari interessanti per il futuro prossimo del rugby italiano.

GLI ALTRI RISULTATI—   L’Irlanda conquista il settimo posto sconfiggendo la Scozia per 41-24, mentre la Francia travolge la Georgia 44-17, concludendo la Summer Series al quinto posto.

 

Post in evidenza

L’ATP MULTA WIMBLEDON

950.000 EURO PER AVER ESCLUSO GLI ATLETI RUSSI E BIELORUSSI! GIUSTO COSÌ  L'Associazione ha inoltre minacciato gli inglesi di esclusione...