martedì 27 settembre 2022

CORSA E FORZA

LA RICETTA DI LUNGA VITA

di Davide Vigano'

Se vi attanaglia il dubbio se sia più salutare farsi una bella corsa o una vigorosa seduta di pesi in palestra, la giusta soluzione sembra essere la più semplice. Tutte e due. Però insieme. Un recente studio pubblicato su The British Journal of Sports Medicine, coordinato dal college americano Brigham Young University, ha scoperto che c’è una relazione tra l’esercizio aerobico, come la corsa, e l’allenamento della forza, come il sollevamento pesi.

LA RICERCA SU CORSA E FORZA—  Secondo gli studiosi, l’impiego di entrambe le attività fisiche ha notevoli effetti positivi sulla salute. La conseguenza è un abbassamento del rischio di mortalità. In sintesi: chi corre e fa forza, vive più a lungo. La ricerca non ha stabilito quali siano i meccanismi fisiologici che regolano corsa e forza. La tesi è stata dedotta al termine di una grande analisi di dati su una popolazione di oltre 400mila americani adulti, in un periodo di tempo compreso tra il 1997 e il 2014. I dati dei soggetti riguardavano dettagliatamente il tipo di attività fisica da loro condotto, oltre a tutta una serie di informazioni sullo stile di vita e lo stato di salute. L’analisi di migliaia di dati ha prodotto percentuali molto interessanti.

MINOR RISCHIO DI MORTALITÀ—  Chi praticava un’attività aerobica moderata o intenza per un’ora a settimana registrava un 15% in meno di rischio di mortalità. Questa percentuale saliva a 27 per chi correva 3 ore a settimana. Il dato significativo era però quello relativo a chi effettuava anche una o due sessioni di forza. Nel loro caso, il rischio di mortalità era sceso fino al 40% in meno rispetto a chi non praticava alcuna attività fisica. Un numero davvero significativo! Si tratta in realtà di un nuovo ambito di studio, uno dei primi che mette in correlazione due attività fisiche (corsa e forza) i cui benefici sono dati per certi da tempo.

CHE FORZA LA FORZA!—  Tra gli studi più recenti, come riportato dal New York Times, una ricerca pubblicata a febbraio ha messo in correlazione l’allenamento di forza con il rischio di mortalità, le malattie cardiovascolari e i tumori. Un’attività tra i 30 e i 60 minuti alla settimana può ridurre fino al 20% il rischio di mortalità. La massa muscolare inizia a diminuire dopo i trent’anni: non è solo un problema per i più anziani. Insomma, muscoli tonici e reattivi, associati a un efficiente sistema cardiovascolare, sembra essere la semplice ricetta per un buon stato di salute. Correre è importante ma non sufficiente. Bisogna anche “pompare”.

Post in evidenza

PENSIERO SERALE

POST MUTO ✅✅✅✅✅✅✅✅✅💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯⚽️⚽️⚽️⚽️⚽️⚽️⚽️⚽️⚽️⚽️👏👏👏👏👏👏👏👏