domenica 2 ottobre 2022

UVA

PROPRIETÀ E BENEFICI NUTRIZIONALI

La consumiamo nei modi più diversi: da semplice uva da tavola, all’uvetta nei dolci, senza dimenticare il vino, ma forse pochi conoscono le effettive proprietà benefiche dell’uva. Noi ne elenchiamo alcune insieme a Romina Cervigni, biologa, nutrizionista. 

BENEFICI DELL'UVA—  “Le maggiori proprietà dal punto di vista nutrizionale sono la presenza di potassio, vitamina C, tiamina e vitamina B6. Le si riconoscono anche diverse proprietà medicinali: è diuretica, energetica, colagoga, ossia utile per lo svuotamento della bile, lassativa, tonica e remineralizzante, ricca di antiossidanti. Nel caso dell'uva nera, il colore è dato dall’enocianina che ha anche proprietà toniche". La parte più consistente di antiossidanti risiede nei semi, che possono essere mangiati e dai quali si ricava un olio sostanzioso di acidi grassi polinsaturi.

A CHI È CONSIGLIATO MANGIARE UVA—  A tutti, specie dopo un allenamento intenso, proprio per le proprietà di ri-mineralizzazione e per l'apporto di acqua. Non è opportuno staccare un acino qua e là, a caso, perché i piccioli si disidratano e l’uva rimasta diventa molle. Meglio suddividere il grappolo tagliandolo con delle forbici. 

QUANTA UVA MANGIARE—  L'apporto di zuccheri si aggira intorno ai 17-18 grammi ogni 100 di prodotto, per cui leggermente più alto della media, ma una quantità di circa 100-150 grammi al giorno, ossia una ciotolina, non comporta alcun problema all'interno di un'alimentazione bilanciata. "L'importante è limitare l'apporto totale di altri zuccheri. Se la si consuma a merenda, l'ideale è abbinare l'uva a una porzione di frutta secca come nocciole, mandorle o noci. Vanno bene anche semi o cioccolato fondente sopra all'85%. Questo permetterà di abbinare i grassi sani agli zuccheri della frutta, così da rendere più lento l'assorbimento degli zuccheri". 

QUANDO È MEGLIO MANGIARE UVA—  "Consumata alla fine dei pasti, specie se ben bilanciati e ricchi di fibre dalle verdure, di grassi dall'olio e di proteine, avrà un minor impatto sulla glicemia". Non è quindi rilevante quando la si mangia, ma piuttosto quanta se ne mangia e con cosa la si abbina. 

RESVERATROLO: LA MOLECOLE PIÙ GLAMOUR—  Il segreto delle proprietà benefiche dell’uva, soprattutto di quella nera, risiede nella sua buccia, dove è presente il resveratrolo, un polifenolo ad elevato potere antiossidante, valido alleato nel proteggere il cuore e nel migliorare la sensibilità all’insulina che si tradurrebbe in un migliore controllo della glicemia.


 

Post in evidenza

IL PERCORSO DELLE 12 CASE IN ASTROLOGIA

SCOPRIAMOLO INSIEME (fonte Tgcom) L'Astrologia offre uno sguardo profondo e significativo sulle varie sfaccettature della vita umana att...