mercoledì 8 febbraio 2023

LA DIETA F - FACTOR

ECCO IN COSA CONSISTE 

di Silvia Trevaini 

La dieta del fattore F non è esattamente una dieta, ma in realtà è un vero e proprio stile di vita che si basa sul consumo di carboidrati ricchi di fibre in combinazione con alcuni tipi di proteine. Se seguito correttamente, questo regime alimentare promette una perdita di peso importante in un lasso di tempo relativamente breve.

Inoltre, un’alimentazione prevalentemente verde riduce gli stati infiammatori e quindi il rischio di malattie croniche come tumori, patologie cardiovascolari e neurodegenerative; e ne tra vantaggio anche il pianeta, perché l’aumento del consumo di alimenti di origine vegetale riduce le emissioni di gas serra. F-Factor è stato creato dalla dietista registrata a New York Tanya Zuckerbrot e il sito web spiega che l’approccio F-Factor si concentra sulla combinazione di proteine ​​magre con carboidrati ad alto contenuto di fibre, che sono a basso contenuto di calorie e ti fanno sentire pieno per tutto il giorno. Quindi questa è essenzialmente una dieta che si concentra sul consumo di tonnellate di fibre – questo è ciò che la “F” sta per F-Factor. “Mangiando più fibre, perderai peso in modo sicuro, costante e naturale, e migliorerai naturalmente la tua salute e il tuo benessere generale”, come affermato sul sito web di F-Factor. Perché tanta fibra? Il sito web dice che aggiunge volume al tuo cibo, rallenta la digestione e aumenta il tuo metabolismo, perché il tuo corpo cerca di scomporlo (anche se non può), il che brucia calorie. I programmi alimentari comunemente usati richiedono di mangiare tre pasti ricchi di fibre al giorno, approfittando di spuntini sani e riempiendo lo stomaco con proteine ​​magre e carboidrati complessi. L’obiettivo di fibre da consumare è di 35 g al giorno. In realtà, quando guardi quel numero non è molto, ma rispetto a quello che la persona media riceve quotidianamente è un aumento notevole. L’individuo medio di solito ingerisce 15 g di fibre al giorno, il che limita molti dei suoi benefici.

Le fasi della dieta- La dieta F-Factor ha tre fasi. Nella fase uno, che dovrebbe durare due settimane, le persone a dieta mangiano almeno 35 grammi di fibre al giorno e meno di 35 grammi di carboidrati netti (i grammi totali di carboidrati meno grammi di fibre). Nella fase due, che mantieni fino al raggiungimento del tuo obiettivo di perdita di peso, punta a 35 grammi di fibre al giorno e 75 grammi di carboidrati netti al giorno. Per la fase tre, la fase di mantenimento, continua con 35 grammi di fibra giornaliera, ma goditi meno di 125 grammi di carboidrati netti. Per le fonti di fibre, stiamo parlando di molti fagioli, verdure, frutta e cereali integrali. Ovviamente promuovono anche il consumo di barrette e polveri ad alto contenuto di fibre che vendono, e questa marca di cracker ad alto contenuto di fibre chiamata GG.

Benefici- Sebbene la ricerca sulla dieta F-Factor sia specificamente carente, i suoi principi possono offrire molti altri potenziali benefici per la salute, tra cui:

-può migliorare la salute del tuo cuore. La ricerca mostra che le diete ricche di fibre possono abbassare il colesterolo LDL (cattivo) e prevenire l’aterosclerosi, l’accumulo di placca nelle arterie che può portare a malattie cardiache;

-può abbassare il livello di zucchero nel sangue. Gli alimenti più ricchi di fibre tendono a prevenire picchi di zucchero nel sangue e persino a ridurre il rischio di diabete di tipo 2;

-può prevenire la stitichezza. Mangiare una dieta ricca di fibre può aiutare ad aumentare la frequenza e la massa delle feci, oltre a promuovere la regolarità intestinale.

Aspetti negativi- La dieta F-Factor riduce al minimo l’importanza dell’esercizio come parte della routine di dimagrimento. Si arriva addirittura a dire che l’esercizio fisico può aumentare l’appetito, farti mangiare di più e prevenire la perdita di peso. Essere fisicamente attivi facendo cose come correre, camminare, andare in bicicletta, yoga, sollevamento pesi o fare sport è benefico per la perdita di peso e la salute generale. Inoltre, l’enfasi sulla fibra come nutriente principale potrebbe farti perdere di vista altri importanti nutrienti nella tua dieta. Sebbene la fibra sia importante, non è l’unico nutriente necessario per mantenere un peso sano e sostenibile. Ad esempio, proteine ​​e grassi svolgono un ruolo fondamentale nella perdita di peso, poiché possono aiutarti a mantenerti pieno più a lungo e ad aumentare il numero complessivo di calorie bruciate. Infine, mangiare grandi quantità di fibre contemporaneamente può causare gonfiore, crampi, gas e persino diarrea. Sebbene questi siano normali effetti collaterali che indicano che la fibra sta facendo il suo lavoro, potrebbe essere meglio aumentare l’assunzione lentamente se non sei abituato a mangiare molte fibre.

 

Post in evidenza

TROVATA UNA STELLA CANNIBALE

LA PROVA UNA CICATRICE METALLICA  Una stella cannibale ha "ingoiato" pezzi del suo sistema planetario, un fenomeno noto da tempo, ...