martedì 28 marzo 2023

STRETCHING

QUANDO FARLO E I SUOI BENEFICI 

di Sabrina Commis (fonte Gazzetta dello sport)

Diventare più flessibili, acquisire un'andatura e una postura aggraziate, rilassata: lo stretching ha molti benefici che migliorano il nostro benessere. Quando lo stress si presenta, i muscoli si irrigidiscono, la stanchezza ci abbatte. Allunghiamoci con i consigli di Francesca Cazzin, trainer del Club Ambrosiano a Milano. 

Benefici posturali. Naturalmente praticato dagli animali dopo un periodo di riposo, lo stretching permette una buona preparazione muscolare. “Prima di uno sforzo, di un efficace recupero, ma anche per rendere più flessibili articolazioni, muscoli, tendini, per correggere le posizioni del corpo, rilassarsi con posture lente, progressive , senza forzare per non farsi male. A lungo andare, la pratica costante allontana dolori cronici, ci raddrizza, ci fa guadagnare energia”. Contrazione e relax. Tutti i gruppi muscolari possono beneficiare dello stretching: addominali, dorsali, gambe, lombari, pettorali. “Gli esercizi si praticano secondo poche e semplici regole: i muscoli si contraggono e si rilassano con movimenti lenti e progressivi, accompagnati da una respirazione dolce e profonda.  Così ci prendiamo cura di muscoli, articolazioni, tendini". Atleti e amatori. Lo stretching è indicato per gli sportivi, per il riscaldamento prima dello sforzo fisico, dopo l'esercizio per evitare dolori. "Nella preparazione non solo riscalda il muscolo, ma gli conferisce flessibilità, lo prepara; nel recupero contrasta il dolore nei muscoli utilizzati. Non è  solo appannaggio degli sportivi professionisti: tutti possono praticarlo a casa o in palestra, in aggiunta o meno a uno sport, con o senza allenatore per combattere rigidità, ma anche  riscoprire il corpo". Qualche esercizio da home fitness: la trainer consiglia. Tappeto o tappetino va bene, ma se si possiede un giardino o un terrazzo, è meglio. “Iniziamo con esercizi di respirazione addominale: inspiriamo lentamente, gonfiando la pancia, poi espiriamo: aiuta ad ossigenare i muscoli.  

. Per i quadricipiti: sdraiati a pancia in giù, piega una gamba e afferra il piede per riportarlo lentamente e dolcemente verso i glutei. 

. Muscoli posteriori della coscia e schiena: seduti, gambe distese davanti, ci pieghiamo verso i piedi per cercare di toccarli; la punta dei piedi piegata verso di noi. 

. Addominali e schiena: distesi a pancia in giù, gambe tese e unite, mani ai lati delle spalle, sollevare delicatamente il petto, braccia piegate e testa all'indietro.

Arti superiori: seduto a gambe incrociate, unisci le dita dietro la parte bassa della schiena, i palmi uniti, le braccia verso l'alto. Tutti questi esercizi allungano muscoli, tendini e legamenti. Precauzioni…. da stretching. È importante identificare chiaramente i muscoli da allungare senza mai forzare i movimenti. "Procediamo dolcemente: a poco a poco, il corpo diventerà più duttile,  i movimenti sempre più ampi con il progredire delle sessioni. Manteniamo le posizione non meno di 10 secondi, accompagnati da una respirazione corretta".  Corpo e mente ringrazieranno. 

 

Post in evidenza

PARIGI 2024

UNA COLLEZIONE DI OROLOGI CELEBRA I GIOCHI OLIMPICI  Una collezione di orologi dedicata ai valori universali dello sport. Non poteva che ess...