martedì 16 maggio 2023

VOLLEY FEMMINILE

IMOCO CONEGLIANO CAMPIONE D’ITALIA

di Gian Luca Pasini (fonte Gazzetta dello sport)

Dopo la grande paura l’Imoco Conegliano rialza la testa e spinto dai 5300 del Palaverde conquista il sesto scudetto della sua storia, il quinto consecutivo, il sesto in sette anni. Ma per farlo è costretta a passare da un pertugio minuscolo dopo che il Vero Volley aveva dominato il primo set e mezzo di questa gara-5. Brava Milano a crederci sempre, bravissima Conegliano a infilare una di quelle rimonte che restano negli almanacchi di questo sport. Comunque sia le campionesse sono ancora loro.

MARATONA DI SCHIACCIATE— La maratona delle schiacciate non concede respiro: quinto confronto in 10 giorni fra Conegliano campione d’Italia e Milano, ambiziosa finalista. I bookmakers si sbilanciano per la squadra di Conegliano (5 scudetti negli ultimi 6 anni), ma le ragezze del Vero Volley si sono fatte una promessa già l’altra sera all’Arena di Monza dopo la sconfitta in gara-4. Larson e compagne ci credevano. Ci credevano da morire che avrebbero potuto battere le campionesse, che potessero riscrivere la storia. E nonostante gli oltre 5000 del Palaverde partono subito alla grande. Jordan Thompson fa capire subito che la sua coscia sinistra dolorante l’altra sera non la bloccherà. Nel primo set firma 11 punti, ma non attacca soltanto, difende, mura. Quello che fa tutta la squadra, Sylla è indemoniata sempre effetto suolo per recuperare un pallone in più, quello che può cambiare la storia. Così il Vero Volley parte arrembante con una Thompson scatenata (11 punti nel primo set) e con Conegliano che balbetta a ogni tocco. L’Imoco tenta la rimonta, ma Larson fa buona guardia. Conegliano sembra sul punto di capitolare quando nel secondo set si trova sotto 10-16. Ma qui complice qualche errore di troppo di Milano la squadra si trasforma l’ingrasso di Alexa Gray (al posto di Plummer) si rivela decisivo. Un punto alla volta Conegliano recupera e firma il pareggio a quota 21. Qui ancora una volta la canadese fa la differenza e firma il sorpasso quello che concede un po’ di tranquillità all’Imoco. Passata la grande di potersi trovare sototo 0-2 galvanizza ancora le ragazze di Santarelli che dominano in lungo e in largo il terzo set, dando poche occasioni al Vero Volley di rientrare. Conegliano adesso sente l’odore della preda sempre più vicina il sesto scudetto è dietro la prossima schiacciata e cerca di murare definitivamente Milano. L’impresa è compiuta anche questa sera, l’ennesima di questa finale e va a conquistare il 19° trofeo da quando la societù è nata nel 2012. Il Vero Volley ci riproverà ancora l’anno prossimo con Egonu in squadra, ma ancora per qualche sera (forse molte) penserà a quel secondo set che ha riscritto la storia della finale.

 

Post in evidenza

MA CHE CALDO FA?

EH GIÀ  Rende l’idea di questi giorni di fuoco … 🔥🔥🔥🔥🔥🔥🔥💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯😅😅😅😅😅😅😅😅😅😅✅✅✅✅✅✅✅✅✅✅🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦🤦