lunedì 21 agosto 2023

FEMGEVITY

LA LONGEVITA' DELLE DONNE 

di Eugenio Spagnuolo (fonte Gazzetta dello Sport)

Femgevity: ovvero la longevità dal punto di vista delle donne. Da qualche anno il neologismo, rigorosamente anglosassone, sta guadagnando citazioni e ricerche su Google e i social. Segno della crescente attenzione dell'universo femminile verso i temi del benessere e dell'invecchiamento. 

Ma cos'è esattamente la femgevity e cosa può davvero aiutare le donne a preservare la salute nel tempo? Lo abbiamo chiesto ad Alberto Beretta, medico immunologo e direttore scientifico del progetto Solongevity. 

Professor Beretta cos'è la Femgevity e cosa ha a che fare con la longevità delle donne?

​"Femgevity è un progetto di salute mondiale che mira a concentrarsi sulla longevità femminile, con un focus particolare sul periodo della menopausa. Si basa sulla comprensione che la menopausa precoce è spesso associata a un invecchiamento di scarsa qualità e a un aumento del rischio di malattie. L'obiettivo principale degli studi in tal senso è lo sviluppo di tecniche diagnostiche facili e accessibili che permettano alle donne di capire se hanno il rischio di menopausa precoce o se possono aspettarsi un periodo di menopausa in età più avanzata, come è fisiologicamente normale. Parallelamente a questo lavoro diagnostico, si stanno anche esplorando trattamenti potenziali che possono influenzare i meccanismi della riserva ovarica e potenzialmente ritardare l'insorgenza della menopausa. Questo si basa su dati scientifici emergenti che indicano che certi principi attivi possono avere un effetto su questi meccanismi. In generale, l'idea di Femgevity rappresenta un passo importante verso la medicina di genere e la longevità, riconoscendo l'importanza di considerare le differenze di genere nell'approccio all'invecchiamento e alla salute. Questo è particolarmente importante data la rilevanza di questi problemi per molte donne".

Eppure, secondo alcune ricerche gli uomini sono meno longevi delle donne, è così?

​"C'è una differenza tra uomini e donne in termini di aspettativa di vita, con le donne che tendono a vivere più a lungo. Tuttavia, la situazione è più complessa quando si considera la qualità della vita durante l'invecchiamento. Nelle donne in età fertile, gli estrogeni offrono una certa protezione contro molte malattie. Ma quando una donna raggiunge la menopausa e la produzione di estrogeni si riduce, questa protezione si esaurisce. Di conseguenza, le donne in menopausa possono diventare più suscettibili a certe condizioni di salute rispetto agli uomini della stessa età, come le malattie cardiovascolari, l'osteoporosi e la sarcopenia. In altre parole, mentre la salute degli uomini può declinare gradualmente nel corso del tempo, le donne possono sperimentare un declino più marcato nella salute dopo la menopausa. Ecco perché è così importante intervenire in modo tempestivo per promuovere una longevità sana nelle donne".

Cosa dovrebbe fare una donna superato lo step della menopausa?

​"Per una donna che ha superato la menopausa, è fondamentale prendersi cura della propria salute, considerando sia i segni esterni dell'invecchiamento che i segni interni che potrebbero richiedere un'indagine clinica. I segni esterni dell'invecchiamento sono spesso visibili e ben noti. Tuttavia, ci sono molti segni interni o sintomi che una donna potrebbe sperimentare e che potrebbero richiedere un'indagine clinica. Questi includono l'osteoporosi, la sarcopenia (perdita di massa muscolare), e vari altri sintomi tipici della menopausa e del periodo post-menopausa. È importante considerare il rischio per la salute di una donna nella stessa misura in cui si considera il rischio per un uomo, e non presumere che una donna sia meno suscettibile alle malattie solo perché le donne tendono a vivere più a lungo. Per individuare i punti deboli e i punti forti della salute di una donna, è utile utilizzare gli orologi biologici, che possono dare una panoramica del suo stato di salute. Da lì, si può approfondire con ulteriori indagini cliniche e test per identificare eventuali problemi specifici. L'obiettivo è agire in modo proattivo per promuovere una longevità sana".

Ci sono novità in campo integrazione per la longevità?

​"Negli ultimi anni, la ricerca sulla longevità ha messo in evidenza l'importanza di alcuni integratori nella promozione di una vita più lunga e sana. Questi includono sostanze come la nicotinamide mononucleotide (NMN) e il resveratrolo, entrambi coinvolti nei processi di riparazione del DNA e nell'attivazione di specifiche vie metaboliche associate alla longevità. La spermidina, una molecola presente in vari alimenti, è stata studiata per i suoi potenziali effetti sulla longevità. La spermidina sembra promuovere l'autofagia, un processo di 'pulizia' cellulare che può contribuire alla salute e alla longevità".

La sarcopenia nelle donne, come negli uomini, potrebbe anche dipendere dalla mancanza di attività fisica. Anche alle donne è consigliato fare sport dopo la menopausa?

​"Il suggerimento che do sempre a tutti, e specialmente alle donne in menopausa, è di fare molto sport. L'attività fisica è fondamentale per mantenere la nostra salute. Se si permette ai muscoli di perdere la loro forza, andando nella condizione chiamata sarcopenia, ciò può portare a una serie di altri problemi. Quindi, il primo consiglio che posso dare è di fare esercizi come camminare, correre, andare in bicicletta, nuotare, praticare sport aerobici e anche allenamenti di forza in palestra. Questi sono molto utili, soprattutto per le donne che stanno entrando o sono già in menopausa".

 

Post in evidenza

"NON HO BISOGNO DI TE"

NUOVO SINGOLO E TOUR ESTIVO PER NOEMI Noemi in nude look lancia il suo nuovo singolo "Non ho bisogno di te", fuori il 26 aprile, a...