giovedì 8 febbraio 2024

L’IMPORTANZA DEI SALI MINERALI

DA ESSI SALUTE ED ENERGIA

a cura di Silvia Trevaini (fonte Tgcom)

I minerali svolgono un ruolo cruciale nel garantire il corretto funzionamento del cervello, dei muscoli e del metabolismo. Non solo ci collegano alla terra, ma ci riportano anche simbolicamente all’inizio dell’evoluzione. Queste sostanze, che costituiscono gli elementi costitutivi del nostro pianeta, sono coinvolte in numerosi processi fisiologici e la loro carenza può portare a diversi disturbi o addirittura a malattie gravi.

 Insieme alle vitamine, i minerali sono micronutrienti essenziali vitali per la nostra sopravvivenza e hanno anche la capacità di alleviare la fatica e lo stress, rendendoli preziosi a fini terapeutici preventivi. Ogni minerale ha il suo fabbisogno giornaliero specifico, alcuni necessitano di essere consumati in quantità maggiori e altri richiedono solo percentuali minime. Tuttavia, è importante notare che anche i minerali necessari in quantità minori svolgono comunque un ruolo significativo nella nostra salute generale.

Tre categorie

I minerali si suddividono in tre grandi categorie. I macroelementi, come calcio, fosforo, sodio, potassio e magnesio, sono quelli presenti in maggiore quantità. Ci sono poi i microelementi, come zinco, ferro, rame, iodio, selenio, cromo e manganese. Infine, ci sono i minerali-traccia, custoditi in concentrazioni ancora più basse, tra i quali silicio, boro, cobalto e nichel, che ad alti dosaggi possono risultare anche tossici.

A cosa servono

I minerali partecipano a tantissimi processi vitali per il nostro organismo, cervello compreso. Proteggono dai malanni stagionali, migliorano le connessioni neuronali, combattono la stanchezza psicofisica, rafforzano memoria e funzioni cognitive, danno sprint al metabolismo, regolarizzano gli ormoni, sono costituenti di ossa, muscoli e tessuti.

Come evitare carenze

Una piccola carenza di sali minerali non da sintomi evidenti, se non un senso di stanchezza mentale e di indebolimento fisico. Dal momento che non siamo in grado di produrli in modo autonomo, è imprescindibile farne scorta innanzitutto attraverso il cibo, ma ci sono altri modi come il ricorso a integratori alimentari e rimedi fitoterapici. La maggior quantità di minerali si trovano nei cereali integrali. Altre ricche fonti sono le verdure e in particolare le radici, come rape, barbabietole, scorzonere. E poi verdure a foglia verde e germogli. Bere acqua è un altro semplice ma efficace modo per assicurarseli. Un’altra via per garantirsi i minerali è quella dell’integrazione vera e propria, sotto forma di compresse, sciroppi, bustine o gocce, che ne contengono quantità equilibrate e di immediato assorbimento, spesso anche affiancati tra loro o con vitamine con cui hanno un’azione sinergica.

Un minerale per ogni stile di vita.

Il magnesio calma e rigenera. Chi ha una vita stressata, tra mille attività, consuma quantità notevoli di magnesio. Oltre a distendere i nervi, il magnesio scioglie quelle tensioni muscolari, soprattutto a livello cervicale, che tendono a formarsi quando si è sotto pressione.

Ferro e zinco aiutano chi compie un lavoro impegnativo a livello intellettuale o sta tutto il giorno al computer e si può sentire spento, con la testa in tilt. Il ferro trasporta ossigeno, essenziale per il cervello: la sua carenza è associata di frequente a un basso rendimento intellettuale, oltre che a mal di testa. Lo zinco rafforza le facoltà cognitive, tra cui memoria e concentrazione. Se lo zinco è basso si notano confusione mentale e difficoltà di attenzione. Altro minerale da non trascurare è il calcio, che è coinvolto nella trasmissione neuronale. In questi casi sono consigliati integratori multiminerali.

Potassio, sodio e magnesio per chi fa attività fisica. Sport o lavori molto fisici comportano una dispersione salina più elevata, che richiede dunque una reintegrazione. Con il sudore, in particolare, si perdono sodio, potassio e magnesio. Una mancanza di questi minerali provoca una diminuzione del tono dei muscoli, scarsa resistenza allo sforzo fisico e crampi.

Il fosfato di potassio è il sale minerale principale per dare nutrimento al sistemo nervoso. È indicato per la stanchezza mentale nei bambini e negli studenti, per difficoltà di apprendimento e paura degli esami.

 

Post in evidenza

SARÀ CREMONESE VS VENEZIA

SUPERATI CATANZARO E PALERMO  Gara senza storia finita 4-1. Match chiuso già nel primo tempo con i gol di Vazquez, Buonaiuto e Coda. Nella r...