lunedì 4 marzo 2024

ANTICOAGULANTI NATURALI

QUALI SONO E COME USARLI

di Daniele Particelli ( fonte Gazzetta dello Sport)

Negli ultimi anni la consapevolezza di quanto restare in forma e mangiare bene sia fondamentale per assicurarsi una vita più lunga e migliorare la propria saluta mentale è aumentata come non era mai accaduto prima. Questo si è tradotto in una maggior attenzione nei confronti delle proprietà del cibo che portiamo in tavola con un obiettivo semplice ma efficace: aiutare l'organismo nelle sue funzioni quotidiane e provare a rallentare le conseguenze dell'invecchiamento. Oggi vogliamo occuparci degli anticoagulanti naturali, alimenti e sostanze naturali che possono contribuire a mantenere in salute il sistema circolatorio.

I dati più recenti parlano chiaro: ogni anno circa 600mila persone in Italia sono colpite dalle malattie da trombosi e nel 25% dei casi le conseguenze di infarti, ictus, trombosi arteriose o venose ed embolie si rivelano fatali. Se una volta che il problema è conclamato è possibile intervenire e ridurre il rischio grazie a farmaci antitrombotici e anticoagulanti, un grande supporto arriva anche dall'attività fisica e dall'alimentazione.

GLI ANTICOAGULANTI NATURALI E COME USARLI IN CUCINA—  Sono diversi gli alimenti che possiamo considerare degli anticoagulanti naturali e che possiamo introdurre o aumentare nella nostra dieta così da prevenire i coaguli di sangue in modo sicuro e naturale, a cominciare da una pianta che utilizziamo già molto in cucina: l'aglio.

L'AGLIO—  I benefici dell'aglio per l'apparato cardiovascolare sono noti da secoli e negli ultimi anni confermati anche dalla scienza che è riuscita a spiegare il perché: il merito è dell'allicina, il principio attivo più importante dell'aglio che, secondo recenti studi, è in grado di proteggere dall'aterosclerosi grazie alla sua capacità di migliorare il profilo lipidico del sangue e ridurre così i fenomeni infiammatori. L'allicina, però, si forma soltanto quando gli spicchi dell'aglio vengono tagliati, masticati o triturati e questo significa che per ottenere i massimi benefici anticoagulanti è necessario consumare l'aglio crudo, visto che la cottura può ridurre la quantità di allicina disponibile.

LO ZENZERO—  Molto apprezzato in Italia, anche se non così diffuso come in altri Paesi del mondo, è lo zenzero, la radice commestibile dal sapore pungente che troviamo in maniera importante nelle cucine orientali. Tra le tante proprietà dello zenzero troviamo anche quelle anticoagulanti. Il merito è da attribuire ai tanti composti bioattivi di cui è ricco lo zenzero, a cominciare dal gingerolo, che riescono a ridurre l’aggregazione delle piastrine e influenzare positivamente la circolazione sanguigna. Il modo migliore per incorporare lo zenzero nella propria dieta è utilizzarlo fresco o in polvere nelle preparazioni in cucina o assumerlo tramite infusi.

LA CURCUMA—  Dall'Oriente arriva anche un altro importante anticoagulante naturale, la curcuma, la spezia dal colore giallo estratta dalla radice di Curcuma longa. La curcumina, uno dei suoi principali ingredienti attivi, è nota per l'aiuto che dà nel prevenire la formazione di coaguli sanguigni, riducendo la viscosità del sangue e impedendo l’aggregazione delle piastrine.

IL PESCE—  Un valido aiuto al sistema circolatorio arriva anche dal pesce, e in modo particolare dal pesce azzurro ricco di acidi grassi omega-3. Sono questi infatti ad avere un ruolo importante nella prevenzione dei coaguli di sangue, anche se per avere dei benefici sarebbe ideale consumare pesce azzurro almeno tre volte alla settimana.

OLIO EVO—  Tra gli anticoagulanti naturali figura anche il re della dieta Mediterranea, l'olio extra-vergine di oliva. E anche in questo caso è la scienza a dircelo: una ricerca pubblicata nel 2018 ha accertato che l'assunzione di olio extra-vergine di oliva fa aumentare i livelli nel sangue di una proteina chiamata ApoA-IV, capace di tenere a bada le piastrine e impedendo loro di aggregarsi.

 

Post in evidenza

“SENSAZIONI E SENTIMENTI”

IL LIBRO DI ROBERTO BARTOCCI Presentazione autobiografica "Mi chiamo Roberto Bartocci, sono nato il 15 gennaio del 2006 a Milano, in Lo...