martedì 5 marzo 2024

BORSITE

DIAGNOSI E CURA

di Roberto de Filippis (fonte Gazzetta dello Sport)

Le condizioni delle articolazioni e in particolare dei tendini sono molto importanti per poter praticare sport al meglio e senza alcun fastidio. A volte a peggiorarle sono piccole sacche, che si riempiono di liquido, complicando l’esecuzione dei movimenti e costringendo a un riposo forzato. In queste circostanze si ha a che fare con la borsite, problema che non deve destare eccessive preoccupazioni, ma che va trattato nel modo corretto per tornare a fare sport in tempi brevi.

TIPI E CAUSE DI BORSITE—  Con il termine borsite si indica l’infiammazione di piccole sacche (le borse, appunto, da cui deriva il nome della malattia) in prossimità dei tendini o delle articolazioni. Questa malattia è di tipo infiammatorio quando è conseguenza di sollecitazioni eccessive e prolungate, come quelle di chi durante l’attività fisica o quella lavorativa ripete molto spesso lo stesso movimento. La borsite emorragica è invece d’origine traumatica e a provocarla è un colpo violento, come quello successivo a una caduta. “In questo tipo di borsite, le sacche si formano a seguito del trauma, mentre in caso di borsiti infiammatorie sono già presenti” precisa il dottor Fulvio Modonesi, responsabile dell’Unità Operativa di Ortopedia e Traumatologia Sezione I dell’Istituto Clinico Città di Brescia. Quando il problema è provocato dall’uso eccessivo dell’articolazione, le borse tendono a riempirsi di liquido sinoviale, prodotto dall’organismo per ridurre gli attriti nella stessa articolazione. Se invece la borsite è di tipo traumatico, le sacche possono riempirsi di sangue. Sono infine più rare le forme causate dai depositi di urea e da infezioni.

SINTOMI E PREVENZIONE—  Per quel che riguarda i sintomi, a contraddistinguere questo problema è un dolore più o meno persistente, a cui è associato il rigonfiamento della borsa e, a volte, anche arrossamento della zona interessata. In ambito sportivo, le borsiti emorragiche più comuni sono quella trocanterica, che si manifesta all’altezza dell’anca, e quella olecranica, che interessa invece il gomito. “Le borsiti infiammatorie più diffuse fra gli sportivi sono le subcromiali, di cui è vittima la spalla e che colpiscono soprattutto chi pratica discipline che sollecitano molto questa articolazione, come il tennis e il nuoto” spiega il dottor Modonesi. Al di fuori dell’ambito sportivo, è comune la borsite prerotulea, che interessa spesso chi svolge lavori manuali stando a lungo in ginocchio, con il peso del corpo che grava per buona parte sulla zona anteriore di tale articolazione. In questi casi, la borsa si gonfia di liquido sinoviale e diventa molto evidente. Nei contesti lavorativi un numero di persone non trascurabile è inoltre vittima di borsite olecranica a causa di cadute sui gomiti. Se per prevenire le borsiti infiammatorie che si sviluppano in ambito sportivo è fondamentale imparare a eseguire correttamente i gesti tecnici, in ambito professionale è d’aiuto usare ginocchiere e gomitiere, utili a distribuire meglio i carichi.

DIAGNOSI E CURE—  La diagnosi di borsite è quasi sempre clinica. Solo in casi complessi può essere necessario un approfondimento strumentale tramite radiografia, ecografia o risonanza magnetica, mentre se si sospetta che il problema sia causato da un’infezione può essere utile un prelievo di liquido bursale. Per guarire è necessario tenere a riposo l’articolazione colpita e applicarvi del ghiaccio: in genere, entro due settimane la situazione torna alla normalità. Per attenuare l’infiammazione si possono prendere farmaci per bocca (Fans) e antinfiammatori locali. In alcuni casi, occorre procedere con l’aspirazione del liquido contenuto nella borsa e la contestuale infiltrazione di steroidi, che riducono l’infiammazione e prevengono recidive. “Per accelerare il processo di guarigione ci si può rivolgere a un fisioterapista e sottoporsi a trattamenti strumentali quali la tecarterapia, la laserterapia e gli ultrasuoni” aggiunge il dottor Modonesi. Infine, è solo quando il problema si presenta ciclicamente ed è causa di invalidità si procede con l’intervento chirurgico.

 

Post in evidenza

FUTSAL FORTUNA CAMPIONE REGIONALE UNDER 19

SUPERATO IL POLISTENA  (fonte Catanzaro Informa) Il Futsal Fortuna supera meritatamente il Polistena C5 nella finale del “PalaSparti” di Lam...