sabato 13 aprile 2024

CONCORSO UFFICIO DEL PROCESSO

3946 POSTI IN TUTTA ITALIA 

Era attesissimo. E, finalmente, il bando del Concorso Ufficio del Processo 2024 è stato pubblicato. Il Ministero della Giustizia cerca circa 4mila dipendenti. In particolare, si tratta di 3.946 lavoratori che saranno reclutati a tempo determinato attraverso una selezione per titoli ed esami. Chi vincerà il concorso, verrà assunto tra il personale non dirigenziale dell'Area funzionari, con il profilo di Addetto all'Ufficio per il processo. L'inquadramento è tra il personale del Ministero della Giustizia. 

Quando uscirà il bando dell'ufficio del processo? Il bando è stato pubblicato il 5 aprile 2024. 

Quando esce il concorso per l'Ufficio del processo 2024? Dal momento della pubblicazione del bando pubblico per titoli ed esami, avvenuta il 5 aprile, si può procedere con l'invio delle domande per essere ammessi alla selezione.

Ufficio del processo: proroga, stabilizzazione e tempo indeterminato La buona notizia si aggiunge a quella della proroga fino al 30 giugno 2026 dei contratti stipulato dopo la precedente selezione. Il decreto Pnrr 2024 ha, infatti, introdotto la possibilità di una stabilizzazione. Anche il nuovo concorso rientra tra le chance offerte dal Piano nazionale di ripresa e resilienza. Il bando, che era atteso per i primi mesi del 2024, è stato pubblicato il 5 aprile 2024 sulla piattaforma inPA. Per inviare le candidatura al concorso c'è tempo fino alle 23:59 del 26 aprile.

Che cosa è l'Ufficio per il processo Si tratta di un organismo interno al Ministero della Giustizia. Svolge funzioni giudiziarie e giudicanti. Le figure da assumere collaboreranno in tutte le attività collaterali all'organo giudicante e, in particolare, avranno il compito di collaborare allo studio della controversia e della giurisprudenza; predisporre le bozze dei provvedimenti e collaborare alla raccolta della prova dichiarativa nel processo civile.

Ministero della Giustizia, concorsi e stipendio: quanto guadagna un addetto all'ufficio del processo? Lo stipendio ammonta a circa 1.800 euro lordi al mese.

Bando concorso Ufficio del processo 2024: quanti addetti verranno assunti? Con la pubblicazione del bando è stata aperta la selezione per 3.946 candidati in tutta Italia. I posti saranno così suddivisi secondo questi diversi codici di concorso:

Codice CASS– Corte di Cassazione n°95 unità

Codice AN – Distretto della Corte di Appello di Ancona n°51 unità

Codice BA – Distretto della Corte di Appello di Bari n°121 unità

Codice BO – Distretto della Corte di Appello di Bologna n°196 unità

Codice BS – Distretto della Corte di Appello di Brescia n°139 unità

Codice CA – Distretto della Corte di Appello di Cagliari n°127 unità

Codice CL– Distretto della Corte di Appello di Caltanissetta n°38 unità

Codice CB – Distretto della Corte di Appello di Campobasso n°21 unità

Codice CT – Distretto della Corte di Appello di Catania n°120 unità

Codice CZ – Distretto della Corte di Appello di Catanzaro n°150 unità

Codice FI – Distretto della Corte di Appello di Firenze n°205 unità

Codice GE – Distretto della Corte di Appello di Genova n°146 unità

Codice AQ -Distretto della Corte di Appello dell’Aquila n°88 unità

Codice LE – Distretto della Corte di Appello di Lecce n°92 unità

Codice ME – Distretto della Corte di Appello di Messina n°41 unità

Codice MI – Distretto della Corte di Appello di Milano n°347 unità

Codice NA – Distretto della Corte di Appello di Napoli n°460 unità

Codice PA – Distretto della Corte di Appello di Palermo n°157 unità

Codice PG – Distretto della Corte di Appello di Perugia n°47 unità

Codice PZ – Distretto della Corte di Appello di Potenza n°58 unità

Codice RC – Distretto della Corte di Appello di Reggio Calabria n°91 unità

Codice RM – Distretto della Corte di Appello di Roma n°494 unità

Codice SA – Distretto della Corte di Appello di Salerno n°93 unità

Codice TO – Distretto della Corte di Appello di Torino n°260 unità

Codice TS – Distretto della Corte di Appello di Trieste n°106 unità

Codice Ve – Distretto della Corte di Appello di Venezia n°203 unità

Reclutamento Pa, concorso Upp: i requisiti Saranno ammessi ai codici di concorso per i quali faranno richiesta i candidati in possesso dei seguenti requisiti: essere maggiorenni, cittadini italiani, godere dei diritti civili e politici, non essere stati esclusi dall'elettorato politico attivo, non essere stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione, non avere riportato condanne, con sentenza passata in giudicato, per reati che costituiscono un impedimento all’assunzione presso una pubblica amministrazione. Inoltre, saranno ammessi i candidati in possesso dell'idoneità fisica allo specifico impiego e qualità morali e di condotta. Oltre a tutto questo, sono richiesti la conoscenza del diritto pubblico, dell'ordinamento giudiziario e dell'inglese, e specifici titoli di studio.

Pubblica amministrazione, novità concorso Ufficio del processo 2024: che laurea serve? Saranno ammessi alla selezione per 3.946 posti i candidati in possesso di uno dei seguenti titoli di studio: laurea in Scienze dei servizi giuridici, diploma di laurea di vecchio ordinamento in Giurisprudenza; laurea specialistica in Giurisprudenza; Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica; laurea magistrale in Giurisprudenza.

Inoltre, è stata riservata una percentuale di posti per chi è in possesso di questi titoli di studio: Laurea in Scienze dell’economia e della gestione aziendale; Scienze economiche; Scienze politiche e delle relazioni internazionali; titoli equiparati ed equipollenti; Diploma di Laurea in Economia e commercio; Scienze politiche; titoli equiparati ed equipollenti.

Ancora, possono partecipare coloro che sono in possesso di una Laurea Specialistica in: Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali; Relazioni internazionali; Scienze dell’economia; Scienze della politica; Scienze delle pubbliche amministrazioni; Scienze economico-aziendali; Scienze per la cooperazione allo sviluppo; Sociologia; Studi europei; titoli equiparati ed equipollenti.

Infine, Laurea Magistrale in: Relazioni internazionali; Scienze dell’economia; Scienze della politica; Scienze delle pubbliche amministrazioni; Scienze economico-aziendali; Scienze per la cooperazione allo sviluppo; Servizio sociale e politiche sociali; Sociologia e ricerca sociale; Studi europei; titoli equiparati ed equipollenti.

E se non si possiede ancora la laurea? Al concorso possono partecipare anche coloro che conseguiranno i titoli di studio entro 60 giorni dalla data di pubblicazione del bando di concorso, a condizione che alla suddetta data abbiano superato l’ultimo esame previsto dal corso di laurea. Ricordiamo che il bando è stato pubblicato il 5 aprile 2024: entro questa data bisognava avere dato l'ultimo esame.

Concorso Ufficio del Processo 2024: come fare domanda Per poter partecipare alla selezione per il reclutamento a tempo determinato bisogna collegarsi sul Portale InPA, accedere con l'utilizzo di credenziali Spid, Cie, Cns o InPA, cliccare sul pulsante “Invia la tua candidatura” e compilare il format di candidatura seguendo le istruzioni e indicando i codici di concorso per i quali si intende partecipare. La domanda può essere inviata solo per via telematica. Bisogna essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (Pec). Durante la presentazione della domanda verrà richiesto il pagamento di una quota di partecipazione, ovvero una tassa di concorso di 10 euro. Sarà possibile fare domanda fino alle 23.59 del 26 aprile 2024.

Come funziona la selezione Verrà effettuata una valutazione dei titoli dei quali si è in possesso e che sono stati dichiarati durante la compilazione della domanda di ammissione al concorso. Ciascun titolo corrisponde a un punteggio. La valutazione dei titoli fungerà anche da preselezione, dopo la quale si terrà una prova scritta che verterà su materie come diritto pubblico, ordinamento giudiziario e inglese. 

Tribunale, concorso Ufficio del processo: quanto valgono i titoli Per quanto riguarda la valutazione dei titoli, a ciascuno è attribuito un valore massimo complessivo di 15 punti. Questi ultimi sono così ripartiti: fino a 6 punti per il voto di laurea; fino a un massimo di 5 punti per eventuali ulteriori titoli universitari in ambiti attinenti al profilo di addetto all’ufficio per il processo; 3 punti per l’abilitazione alla professione di avvocato oppure di dottore commercialista o esperto contabile. Per le altre abilitazioni professionali verrà riconosciuto un punteggio da 0,50 fino a un massimo di 1 punto. Inoltre, verranno assegnati 4 punti a chi ha concluso positivamente il tirocinio presso gli uffici giudiziari e 2 punti per il servizio prestato presso la Corte di cassazione, la Procura generale presso la Corte di cassazione nonché le sezioni specializzate dei tribunali in materia di immigrazione, protezione internazionale e libera circolazione dei cittadini dell’Unione europea, oltre che come research officers, nell’ambito del Piano operativo dell’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo – Easo. Per ciascun distretto verrà ammesso alla prova scritta un numero di candidati pari a 60 volte il numero dei relativi posti messi a concorso. 

Test ufficio del processo: materie del concorso e prova scritta Si tratta di un test di 40 quesiti a risposta multipla. Il tempo per rispondere è di  60 minuti. Le domande verteranno su materie come diritto pubblico, ordinamento giudiziario e lingua inglese.

Quiz concorso Ufficio del processo: come verrà valutata la prova scritta A ciascuna risposta esatta sarà attribuito un punteggio parti a +0,75. La mancata risposta varrà 0 punti. La risposta sbagliata, invece, prevede una penalità di 0,375 punti. La prova si intenderà superata se si ottiene un punteggio non inferiore a 21/30.

Ministero della Giustizia 2024: quando si terrà il concorso per cancellieri? L'ultima selezione, per 2.700 posti, si è svolta nel 2020. Al momento si stanno scorrendo le graduatorie per altre assunzioni.

Quali concorsi usciranno nel 2024? Al momento si stanno svolgendo le selezioni per il personale docente delle scuole. Inoltre, sono stati banditi il concorso pubblico per 17 tenenti dell'Arma dei carabinieri, il concorso per 564 posti da funzionari presso l'Agenzia delle Dogane e il concorso per 50 funzionari informatici presso l'Agenzia delle Entrate.

 

 

Post in evidenza

WHATSAPP TRUFFA DEL CODICE A 6 CIFRE

ECCO COSA FARE Su WhatsApp è tornata in voga il raggiro che permette di rubare il proprio profilo e relativi gruppi. L'allerta scatta co...